Calcio Italiano 10^ di Serie A: Il Bologna apre la crisi del Cagliari, poker...

10^ di Serie A: Il Bologna apre la crisi del Cagliari, poker Juve, colpo Udinese. Risultati e marcatori

371

Juventus e Napoli mettono pressione alla Roma con due vittorie convincenti nella 10^ giornata di serie A. I bianconeri strapazzano per 4-0 il Catania, gli azzurri addirittura espugnano il Franchi battendo la Fiorentina per 2-1.  Milan e Lazio 1-1: il gran gol di Kakà è riequilibrato da Ciani. Crollo Cagliari in casa contro il Bologna, successo esterno dell’Udinese contro il Sassuolo. Pari pirotecnico tra Livorno e Torino, bene tra le mura amiche per Genoa e Verona.

 Cagliari-Bologna 0-3
Cagliari inaspettatamente in crisi in casa contro un ottimo Bologna. Il meritato vantaggio felsineo arriva al 26′, lo realizza Garics su respinta corta di Agazzi. Nella ripresa l’espulsione di Murru per doppio giallo affossa i sardi, Kone raddoppia al 58′, Pazienza triplica di testa al 60′ e chiude i conti. Alla squadra di Lopez saltano i nervi, e Pinilla rischia l’espulsione dopo un fallo da dietro.
Fiorentina-Napoli 1-2
Gara divertente al Franchi, il Napoli sfrutta gli errori difensivi viola e chiude in vantaggio il primo tempo per 2-1: apre Callejon al 12′ con un gran colpo al volo, pareggia al 27′ dal dischetto Giuseppe Rossi, nono gol, sempre più capocannoniere. I gigliati giocano meglio (palo di Cuadrado), ma vengono gelati al 37′ da una prodezza di Mertens che scambia veloce con Higuain frantumando la difesa viola e trafiggendo in diagonale Neto. Gioco più nervoso e spezzettato nella ripresa, è comunque la Fiorentina a fare la partita ma i tentativi di Rossi sbattono contro un Reina in grande serata. La squadra di Benitez stringe i denti dopo l’espulsione di Maggio.Nell’assedio finale Cuadrado viene steso in area da Inler, ma l’arbitro Doveri opta per il giallo per simulazione e quindi l’espulsione del colombiano. Il big match di Firenze si chiude così in polemica.
Genoa-Parma 1-0
 Bella prima parte di gara, Gilardino al 2′ sbaglia un calcio di rigore che poteva indirizzare la partita. In controllo i ducali, pungenti con Palladino e il pericolosissimo Parolo. Ripresa, Gilardino si riscatta e all’56’ di testa porta avanti il Grifone. La reazione dei crociati si ferma al gol annullato per fuorigioco da Mesbah, poi i liguri si avvicinano al 2-0 con Centurion.
Juventus-Catania 4-0
Bianconeri in scioltezza. Il Catania tiene bene il campo nei primi minuti, ma le convinzioni degli ospiti si sbriciolano al 26′, quando Vidal insacca su passaggio di Tevez grazie ad una deviazione di Guarente. La Vecchia Signora prende il largo sette minuti dopo, ci pensa Pirlo che su magistrale punizione raddoppia e festeggia nel migliore dei modi la sua presenza nei 23 giocatori migliori d’Europa. Poi lunga fase di controllo dei torinesi, che al 65′ decidono di dare il colpo di grazia con Tevez. Anche Bonucci partecipa alla festa del gol con un piattone al 73′ sugli sviluppi di un corner: 4-0 Juve. Rosso per Guarente nel finale, De Canio è già a rischio.
Livorno-Torino 3-3
Partita spumeggiante e difese allegre nella prima mezz’ora di gioco. Nei primi dieci minuti il Toro sorprende i padroni di casa e va due volte in gol con Immobile in spaccata al 4′ e Glik di testa all’8′. Dopo lo choc iniziale gli amaranto cominciano a manovrare e al 25′ dimezzano le distanze con Paulinho su traversone di Schiattarella. Otto minuti dopo, il 2-2 firmato Greco. La partita è vivissima e sia il Livorno con Emeghara che il Torino con Cerci sfiorano il vantaggio. Mostruoso il 3-2 di Emerson che segna il sorpasso dei labronici al 63′, un tiro prodigioso da oltre 30 metri che sorprende Padelli. Un rigore contestato assegnato alla squadra di Ventura e realizzato da Cerci riporta la partita in equilibrio: è l’ultimo scossone, finisce 3-3.
Milan-Lazio 1-1
Primo tempo deprimente al Meazza. I rossoneri provano a fare la partita ma dopo gli ardori iniziali con Balotelli e Kakà (il più pericoloso) la gara cala di tono. Male i biancocelesti, Klose isolato in attacco. Ripresa, la partita non decolla, ma ci pensa Kakà ad illuminare la scena: al 55′ il brasiliano con un destro a giro batte Marchetti e fa esplodere di gioia il Meazza, che torna a festeggiare un gol del verdeoro dopo 4 anni. La Lazio reagisce mettendo alla frusta al Milan, a metà del secondo tempo Balotelli riceve l’ennesimo cartellino giallo, per proteste. Una capocciata di Ciani, lasciato solo in area, permette ai capitolini di segnare l’1-1. Milan in confusione e in affanno negli ultimi minuti, Klose manca il raddoppio per poco.
Sassuolo-Udinese 1-2
Botta e risposta nel corso del primo tempo, Di Natale dal dischetto spiazza Pegolo, appena sette minuti dopo Zaza pareggia saltando Naldo e trafiggendo in uscita Brkic. Al 55′ una fulminea ripartenza dei friulani permette a Muriel di realizzare il 2-1. Il rosso di Zaza a dieci minuti dal 90′ complica tutto agli emiliani, che si arrendono.
Verona-Sampdoria 2-0
Dopo un primo tempo senza troppe emozioni il Verona liquida la Samp con due reti nella ripresa. L’accoppiata Juanito Gomez-Toni funziona: al 52′ l’argentino servito dall’emiliano è letale, al 78′ è lo stesso Toni a chiudere i conti sfruttando un errore in disimpegno di Mustafi.
RISULTATI E MARCATORI 10^ GIORNATA DI SERIE A:
Cagliari-Bologna 0-3   26′ Garics – 58′ Kone  – 61′ Pazienza.
Fiorentina-Napoli 1-2    12′ Callejon –  28′ rigore  Rossi –  36′ Mertens.
Genoa-Parma 1-0   57′ Gilardino.
Juventus-Catania 4-0    27′ Vidal –  34′ Pirlo –  66′ Tevez –  71′ Bonucci.
Livorno-Torino 3-3    4′ Immobile –  8′ Glik –  25′ Paulinho –  34′ Greco – 63′ Emerson –  87′ rigore.
Milan-Lazio 1-1   54′ Kakà –  72′ Ciani.
Sassuolo-Udinese 1-2  17′ rigore  Di Natale –  25′ Zaza – 56′ Muriel.
Hellas Verona-Sampdoria 2-0    51′ Gomez – 78′ Toni.
Booking.com