Calcio Estero Guerriglia armata al Velodrome: Arresti e feriti dopo Marsiglia-Napoli

Guerriglia armata al Velodrome: Arresti e feriti dopo Marsiglia-Napoli

783

Arresti e feriti dopo Marsiglia-Napoli

Ieri fino a tarda notte è stata guerriglia urbana a Marsiglia dove si sono contrapposte le tifoserie di Marsiglia-Napoli. Strade prese d’assalto con lanci di pietre, bastoni e quant’altro c’era a portata di mano. Arresti e feriti dopo Marsiglia-Napoli. Ci sono stati violenti scontri nei pressi di Parc Chanot. C’è un bilancio pesantissimo di circa venti tifosi feriti tra le due fazioni, un napoletano sembra in condizioni gravi per una botta alla testa. E’ stata anche una vera e propria guerriglia all’esterno del Velodrome. La polizia ha cercato di sedare gli scontri sparando del gas lacrimogeno. Più di venti persone arrestate.

Una notte da incubo. Al termine della sfida,  i sostenitori delle due squadre, come riportano diversi media francesi, si è dato appuntamento all’esterno del Velodrome dove è andata in scena una vera e propria guerriglia armata.
Gli incidenti sono andati avanti per tutta la notte, con un bilancio decisamente da paura. Sono oltre 20 feriti e ben sette tifosi arrestati. Secondo alcune fonti, il motivo della guerriglia sarebbe da ricercare nei tanti manifesti discriminatori nel confronti dei napoletani, affissi in ogni angolo della città. Questo è stato il motivo principale che ha scatenato le due tifoserie che si sono date appuntamento all’esterno dello stadio Velodrome per iniziare una vera guerriglia armata.

Booking.com