Calcio Estero Asprilla, frac e limousine per l’addio al calcio

Asprilla, frac e limousine per l’addio al calcio

364

Standing ovation a Medellin per l’ex Parma, allo stadio in limousine e abito da sera

 

AsprillaFaustino Asprilla è sempre lo stesso. L’ex attaccante del Parma famoso per i suoi comportamenti trasgressivi fuori dal campo si è presentato allo stadio Atanasio Girardot per il suo addio al calcio giocato a bordo di una limousine bianca e vestito con un perfetto frac «come se andassi a vedere un’opera lirica o un balletto. Mi andava di fare così». Ad attenderlo c’erano i giocatori che avevano accettato l’invito per la sua ultima partita, ovvero i nazionali della Colombia che disputarono i Mondiali del 1994 e del 1998 ed altre ‘gloriè locali. Assenti invece le stelle internazionali che Asprilla aveva interpellato, come Ronaldinho e Paolo Maldini.

15MILA AL SUO ADDIO – Asprilla ha giocato per un’ora, davanti a quindicimila spettatori che lo hanno applaudito a lungo, poi al momento della sua uscita dal campo ha ricevuto un mazzo di fiori da una modella entrata sul terreno di gioco per l’occasione. Quindi è uscito mentre il pubblico gli tributava un’autentica standing-ovation Nel corso della sua carriera l’ex beniamino del Tardini ha giocato per Nacional Medellin, Parma, Newcastle, Palmeiras, Fluminense, Atlante ed Universidad de Chile. Con il Parma ha vinto Coppa delle Coppe, due Coppe dell’Uefa ed una Coppa Italia.


Fonte: Corriere dello Sport

Booking.com