Calcio Estero Bundesliga Bayern Monaco, non c’è solo il Dortmund a darti la caccia

Bayern Monaco, non c’è solo il Dortmund a darti la caccia

419

Bayern-RomaAll’inizio della stagione il principale antagonista al Bayern Monaco nella corsa al titolo della Bundesliga veniva indicato nel Borussia Dortmund. Dopo otto giornate i pronostici non sono cambiati, le due squadre sono separate in classifica da appena sei punti ma nel frattempo tra i campioni in carica e gli sfidanti si sono inserite altre squadre. Il Bayern intravede infatti nuovi concorrenti negli specchietti retrovisori.

Alla guida del gruppo degli inseguitori c’è la neo-promossa Lipsia, staccata di appena due punti dalla vetta. Il difensore centrale del Bayern Monaco, Mats Hummels, riconosce il pericolo rappresentato matricola ma non crede ancora che possa essere pronta per lottare per il titolo: “Il Lipsia è giusto che si trovi in seconda posizione perché Ralph Hasenhüttl ha sempre svolto un ottimo lavoro in tutte le squadre allenate ma io continuo a pensare che sia il Dortmund il nostro principale antagonista“.

Il presidente della capolista, Karl-Heinz Rummenigge, è d’accordo con il proprio giocatore e vede “un grande potenziale a disposizione del Borussia Dortmund“. Tuttavia, le prestazioni di altre squadre come Hertha Berlino, Colonia e Lispia non possono essere ignorate e campioni farebbero bene a portare il dovuto rispetto a qualsiasi sfidante.

A differenza del Bayern, molti dei inseguitori, come ad esempio le stesse Hertha Berlino, Colonia e Lispia, con l’aggiunta dell’Hoffenheim, possono concentrarsi esclusivamente sulla Bundesliga in quanto non hanno competizioni europee di cui preoccuparsi in questa stagione. La formazione di Ancelotti, però, è abituata a giocare ogni tre giorni e per dosare le energie il tecnico italiano ha cercato di ruotare gli interpreti per evitare affaticamenti.

Nonostante una prestazione convincente in occasione della vittoria per 2-0 contro il Borussia Mönchengladbach, che ha contribuito a rendere maggiormente saldo il primato dei bavaresi, Hummels ha avvertito “un piccolo appannamento nel secondo tempo dopo le tante partite disputate nelle ultime settimane“. L’ultimo successo non solo ha interrotto il momento negativo del Bayern in Bundesliga, ma ha anche esteso la striscia positiva di Robben e compagni arrivati a quota 18 partite di campionato senza sconfitte.

I bavaresi sono dunque al comando del torneo ma rispetto agli altri anni qualcosa è cambiato. Dopo l’ottava giornata della scorsa stagione, ad esempio, il Bayern aveva già un vantaggio di sette punti sul Dortmund. Fuga scongiurata quest’anno a causa delle buone prestazioni impressionanti di molte altre formazioni.

Le prime sette della classe sono infatti racchiuse in appena sei lunghezze e Thomas Müller preferisce allora tenere d’occhio tutte le antagoniste e non solo il Borussia Dortmund. L’attaccante, tuttavia, si dice maggiormente preoccupato per le prestazioni della propria squadra: “Dobbiamo vincere le nostre partite e migliorare il nostro gioco. Quando cominceremo a giocare al massimo delle nostre potenzialità allora potremo iniziare a guardare gli altri, ma fino a quel momento non dovranno esserci distrazioni“.

Booking.com