Calcio Italiano Berlusconi chiama il tecnico: «Ancelotti, vediamoci»

Berlusconi chiama il tecnico: «Ancelotti, vediamoci»

533

Il presidente ora vuole evitare un divorzio traumatico, domenica il faccia a faccia.

 

AncelottiCongelare la situazione fino a saba­to sera, battere l’Udinese per avere la certezza della qualificazione diretta in Champions e poi prendere finalmente una decisione, quella defi­nitiva. Galliani ha messo giù il programma dei prossimi giorni, prendendo in mano la situazio­ne, dopo che il presidente Berlusconi gli ha rot­to le uova che lui era riuscito faticosamente a proteggere in queste settimane di bufera. Ma adesso che la frittata è fatta, adesso che il solito premier buontempone, magari per fare il feno­meno con un gruppo di turisti in piena campa­gna elettorale, gli ha creato un problema grosso come una casa, bisogna per prima cosa aggiu­stare i cocci. E poi, semmai, provare a ripartire.

Il giorno giusto per mettere ordine potrebbe essere domenica. All’indomani della partita di Udine, Berlusconi e Ancelotti potrebbero finalmente parlarsi per decidere cosa fare: un altro anno insieme, l’ipo­tesi in questo momento più remota, oppure la separazione dopo quasi otto anni. In caso di di­vorzio, pare che Berlusconi abbia abbandonato la pista dell’outsider: Allegri, Gasperini o Bal­lardini. In questo momento il Cavaliere sareb­be più affascinato da due colonne del Milan di Sacchi: Frank Rijkaard che proprio ieri, per bocca del suo agente, ha declinato l’offerta del­l’Ajax («Grazie, ma preferisce lavorare all’este­ro »), e Marco Van Basten che si è appena di­messo da allenatore dei Lancieri (e per l’ex Pal­lone d’Oro il premier sarebbe disposto a impor­tanti investimenti di mercato). Nei giorni scorsi si era parlato di una blindatura economica e contrattuale per Ancelotti per ottenere il suo sì. Nulla di tutto ciò. E adesso, l’unica blindatura che il Milan sta fa­cendo al tecnico è quella mediatica. Nel senso che anche ieri, come già accaduto a Tirana mar­tedì, Galliani ha impedito il confronto tra i gior­nalisti e Ancelotti che non ha proprio digerito l’ultimo affondo del premier.

Fonte:
TuttoSport

Booking.com