Coppe Brasile 2014, Italia, difesa colabrodo e senza gioco: Così non si va...

Brasile 2014, Italia, difesa colabrodo e senza gioco: Così non si va da nessuna parte

627

Finisce con un 2-2 il girone di qualificazione dell’Italia, un risultato che non garantisce un posto da testa di serie alla Nazionale nei sorteggi per i prossimi Mondiali in Brasile. Bisognerà attendere l’esito di Uruguay-Argentina e Paraguay-Colombia. Gli Azzurri pareggiano dopo aver rimontato per due volte l’Armenia. Vantaggio di Movsisyan, pareggio di Florenzi, rete di Mkhitaryan e definitivo 2-2 realizzato da Balotelli, entrato nella ripresa. Ma entrambe le reti armene nascono da errori della retroguardia azzurra.
L’Italia inizia male. Al quinto minuto Aquilani perde palla e l’Armenia ne approfitta con Movsisyan, che si presenta davanti a Marchetti e lo trafigge con un diagonale. Pochi istanti prima lo stesso attaccante non aveva sfruttato un regalo del centrale degli Azzurri, Astori.
Gli uomini di Prandelli provano a reagire, soprattutto grazie a Insigne. Al 22′ l’attaccante napoletano colpisce in pieno il palo. Sulla ribattuta si avventa Osvaldo, ma l’italo-argentino colpisce piano e la palla finisce docilmente tra le braccia del portiere Berezovski.
Passano due minuti e gli Azzurri pareggiano: su una palla recuperata è sontuoso l’assist di Insigne per Florenzi, che di testa è puntualissimo e deposita nel sacco. E nel finale del primo tempo l‘Italia insiste, prima con un bel lancio di Pirlo per Osvaldo (l’occasione sfuma), poi con un’altra splendida iniziativa di Insigne, che si libera con il tacco di un marcatore e di destro sfiora il palo.
Nel secondo tempo Prandelli richiama in panchina un deludente Osvaldo e getta nella mischia Balotelli. Buona l’accoglienza del San Paolo per il milanista, come dimostrano i tanti applausi e il coro “Se saltelli segna Balotelli”. Pirlo e Insigne cercano ancora il gol, ma a sorpresa passa ancora l’Armenia.
Avviene al 70′: corner dalla destra, Marchetti esce a vuoto e Mkhitaryan lo punisce con un colpo di testa che finisce in rete. L’Italia reagisce e riesce a pareggiare dopo soli sei minuti: Pirlo lancia Balotelli in verticale, l’attaccante controlla e anticipa il portiere avversario in uscita. E’ il gol del 2-2.
Nel finale l’attaccante del Milan ci prova ancora più volte. E’ addirittura tambureggiante nel primo minuto di recupero, quando sfida da solo tutta la difesa ospite e libera un diagonale che sibila di pochi centimetri alla destra del secondo palo. E il risultato non cambia più, l‘Italia non va oltre al pareggio contro l’Armenia.

CLICCA QUI PER IL TABELLINO DI ITALIA VS ARMENIA

Booking.com