Mondiali Brasile 2014 Brasile ancora in ginocchio: Tris Olanda

Brasile ancora in ginocchio: Tris Olanda

721

Brasile-Olanda

Calcio di rigore di Van Persie

Brasile ancora in ginocchio: Tris Olanda. La finale per il 3° e 4° postoha visto protagonista l’Olanda che passeggia contro i verdeoro, rifilando una tripletta e la conquista del 3° posto. La svista arbitrale ha comunque spianato la strada all’Olanda, ma ciò non toglie i meriti della vittoria.

Brasile ancora in ginocchio: Tris Olanda. Un Brasile ancora sotto shock dopo la debacle contro la Germania, non riesce neppure nell’intento di salvare la faccia e viene sconfitto da un’Olanda decisamente più propositiva e tatticamente disposta meglio in campo. A Brasilia l’Olanda conquista così la sua prima “finalina” della storia dopo la sconfitta del 1998 (1-2 contro la Croazia); i gol della squadra di Van Gaal, già promesso sposo del Manchester United, portano le firme di Van Persie, Blind e Wijnaldum che al 2′, al 17′ ed al 91′ trafiggono Julio Cesar, decretando l’Olanda terza forza del Mondiale 2014. Per Scolari amaro addio alla Seleçao anche se non può essere lui il capro espiatorio di una squadra che non è stata in grado di reggere il gioco delle grandi. Per dovere di cronaca dobbiamo ammettere che la vittoria dell’Olanda è stata spianata da una clamorora svista dell’arbitro algerino Haimoudi: dopo appena due minuti s’inventa un calcio di rigore inesistente e nella stessa azione commette due errori clamorosi che non sono degni di una finale per il terzo posto di una manifestazione iridata. Il fallo di Thiago Silva, come ci hanno confermatole immagini successivamente, è fuori dell’area di rigore (primo errore) ed il calciatore brasiliano andava espulso come ultimo uomo in una chiara occasione da rete (secondo errore, l’arbitro l’ha solo ammonito). Ciò non giustifica la sconfitta che è stata meritata e l’Olanda è stata superiore in tutto e merita di essere la terza forza della Coppa del Mondo in Brasile.

Brasile ancora in ginocchio: Tris Olanda. BRASILE-OLANDA: 0-3

MARCATORI: 2′ Van Persie (O) – 17′ Blind (O) – 91′ Wijnaldum (O).

BRASILE (4-2-3-1): 12 Julio Cesar – 23 Maicon – 4 David Luiz – 3 Thiago Silva – 14 Maxwell – 8 Paulinho (57′ 18 Hernanes) – 17 Luiz Gustavo (46′ 5 Fernandinho) – 11 Oscar – 16 Ramires (73′ 7 Hulk) – 19 Willian – 21 Jo. Panchina: 1 Jefferson – 22 Victor – 2 Dani Alves – 15 Henrique – 13 Dante – 6 Marcelo – 20 Bernard – 9 Fred. C.T.: Felipe  Scolari.

OLANDA (3-5-2): 1 Cillessen (93′ 22 Vorm) – 2 Vlaar – 3 De Vrij – 4 Martins Indi – 5 Blind (71′ 7 Janmaat) – 20 Wijnaldum – 16 Clasie (89′ 13 Veltman) – 8 De Guzman – 15 Kuyt – 11 Robben – 9 Van Persie.  Panchina: 23 Krul – 12 Verhaeg – 14 Kongolo – 10 Sneijder – 6 De Jong – 21 Depay – 17 Lens – 19 Huntelaar. C.T.: Louis Van Gaal.

ARBITRO: D. Haimoudi (Algeria).

AMMONITI: 2′ Thiago Silva (B) – 8′ Robben (O) – 37′ De Guzman (O) – 54′ Fernandinho (B) – 69′ Oscar (B).

Booking.com