Calcio Estero Bundesliga, il Borussia D. risponde al Bayern: Poker all’Augsburg, tripletta di Aubameyang

Bundesliga, il Borussia D. risponde al Bayern: Poker all’Augsburg, tripletta di Aubameyang

509

Augsburg-Borussia DortmundGabonese, il primo a giocare in Bundesliga, il sesto uomo in assoluto a esordire con una tripletta nel massimo campionato tedesco: difficile immaginare un debutto migliore per Aubameyang, che si presenta al pubblico tedesco giustiziando l’Augsburg. Il Borussia Dortmund vince 4-0 arrotondando il risultato col gol di Lewandowski su rigore.

AVVIO BRIOSO PER ENTRAMBE – Le due squadre si presentano in campo con grande voglia di fare: il risultato è un primo tempo dinamico, giocato in buona parte a centrocampo, perché entrambe le difese reggono bene e si chiudono a ogni tentativo d’incursione. Poi, però, la maggiore levatura tecnica e l’astuzia tattica del Borussia Dortmund vengono fuori e al 24′ arriva la prima doccia gelataper il pubblico di casa: Schmelzer suggerisce per Aubameyang, bravissimo ad aggirare la marcatura e a superare il portiere. L‘Augsburg però non si perde d’animo e prova a ribattere colpo su colpo, trovando anche qualche occasione da gol che però incontra l’opposizione di Langerak (che sostituisce lo squalificato Weidenfeller). Il primo tempo si chiude con gli ospiti in vantaggio per il punteggio, ma non dal punto di vista del gioco offerto.

IL BORUSSIA DORTMUND HA UNA MARCIA IN PIU’ – Nella ripresa, tuttavia, progressivamente l‘Augsburg accusa la stanchezza e si spegne, mentre la squadra di Klopp continua a mantenere un ritmo alto. E così al 66′ arriva la seconda trasformazione di Aubameyang, questa volta lanciato da Reus e ancora una volta più veloce della difesa avversaria, sempre più in affanno. Ma non finisce qui, perché al 79′ il gabonese regala il suo terzo sigillo alla squadra: parte di nuovo sul filo del fuorigioco, riceve palla e Amsif non riesce a fermarlo nemmeno con un tentativo disperato.

LEWANDOWSKI SPENTO, MA C’E’ – Con l’Augsburg ormai alla deriva, Aubameyang esce dal campo per concessione del tecnico, che vuole fargli riservare tutti gli applausi possibili dal pubblico; e dopo la standing ovation entra in campo al suo posto Hofmann, che neanche a farlo apposta sarà l’uomo chiave per il definitivo 4-0: all’85’ scatta sulla fascia sinistra e per fermarlo Callsen-Bracker allunga il piede in area e lo fa cadere. E’ rigore. Lewandowski, un po’ imballato per tutta la partita, vuole mettere a sua volta la propria firma sul match, va sul dischetto e non sbaglia. E’ il ko definitivo per la squadra di casa.

RISPOSTA CHIARA AL BAYERN MONACO – Ecco che dunque la rivale diretta dei campioni di Germania del Bayern Monaco risponde con autorevolezza al 3-1 ottenuto dalla squadra di Pep Guardiola sul Borussia Mönchengladbach. Se l’esordio è questo, si prospetta una Bundesliga di alto valore tecnico; e guardando in casa nostra, se il vero valore di Pierre Aubameyang è questo, forse il Milan si mangerà un po’ le mani per il rimorso di averlo venduto: era infatti in rosa con i rossoneri da giovanissimo ed era stato ceduto per un milione di euro al Saint-Etienne.

SORPRESE DALLE ALTRE PARTITE – Se le due favorite non hanno steccato, la più grande sorpresa arriva dalla neopromossa Hertha Berlino. La squadra della capitale balza in testa alla classifica avulsa per differenza reti, visto che si ripropone al campionato maggiore tedesco battendo l’Eintracht Francoforte per 6-1. A punteggio pieno ci sono anche Bayer Leverkusen, vincente in casa per 3-1 col Friburgo, e Hannover 96, che ha vinto tra le mura amiche per 2-0 col Wolfsburg. L’unico pari di questo blocco di gare è il 2-2 tra l’Hoffenheim e Norimberga, in attesa degli ultimi match.

Booking.com