Calcio Estero Bundesliga Bundesliga, Lewandowski gol: Il Borussia Dortmund vola

Bundesliga, Lewandowski gol: Il Borussia Dortmund vola

608

Non c’è due senza tre, o anzi sì, a seconda dei punti di vista: nell’anticipo della terza giornata di Bundesliga tra imbattute – entrambe le squadre hanno difatti vinto le prime due gare di campionato – è il Borussia Dortmund che con una rete di Robert Lewandowski s’impone meritatamente nei confronti di un Werder Brema ordinato e aggressivo, che subisce il primo gol del suo campionato ma che mostra un atteggiamento troppo rinunciatario per sperare davvero di resistere 90 minuti alla pressione dei gialloneri.

Rispetto alla sfida contro l’Eintracht Brauschweig, Jürgen Klopp manda in campo dal primo minuto Subotic, Kehl e Reus al posto di Sven Bender e dei due ex italiani Papastathopoulos e Aubameyang. Robin Dutt invece rispolvera Yildirim e l’ex Inter Arnautovic al posto di Petersen e dell’ex Juve Elia. C’è anche Luca Caldirola, in dubbio alla vigilia e autore di una discreta gara. Il tema dell’incontro è da subito molto chiaro: il Borussia Dortmund fa la partita e prova a costruire, il Werder si abbassa tutto nella propria metà campo e cerca solamente di chiudere gli spazi e di interrompere la manovra avversaria. Una strategia in parte forzata dalla pressione dei padroni di casa, ma di certo anche auspicata dall’allenatore ex Leverkusen, che punta a non lasciare spazio da aggredire agli avversari, letali quando possono ripartire. Il Werder evita così di sbilanciarsi, ed il Borussia fatica a creare occasioni: e la manovra giallonera si infrange sempre sul muro dei difensori anseatici.

Se non riesce ad avvicinarsi a Mielitz, il BVB ci prova allora da lontano, con un paio di punizioni di Marco Reus, che però al 10° spara centrale e al 17° non colpisce lo specchio della porta. Non cambia però il tema della gara, col Borussia che non trova spazio. La tattica del Werder paga, la partita è intensa pur senza regalare grandi emozioni. Fino al minuto 37: Blaszczykowski parte in contropiede sulla destra e Lukimya continua ad arretrare senza mai attaccare il capitano della nazionale polacca, che dal limite spara un siluro che sbatte in pieno sulla traversa. L’inerzia della gare sembra cambiare, o meglio, il Borussia Dortmund sembra poter passare: al 42° Lewandowski fallisce di un soffio il tap in vincente su conclusione di Reus, il più attivo dei suoi, e un minuto più tardi il polacco spara su Mielitz, che si salva coi pugni. Ci prova anche lo stesso Reus con un destro secco, che trova ancora attento il portiere del Werder, e al 45° sfiora il gol Subotic, che colpisce di sinistro dal limite mandando di poco alto.

Il primo tempo si conclude però con un destro velenoso di Arnautovic, che per la prima volta permette al Werder di mettere il naso fuori dalla propria metà campo. Troppo poco là davanti, ma niente male dietro: il Werder è solido, e in difficoltà c’è andato solo nel finale.

L’inizio di secondo tempo è una fotocopia di quello del primo. Con l’unica differenza che il Borussia riesce a passare alla prima occasione: Reus si smarca bene sulla destra e mette dentro un rasoterra per Lewandowski che da due passi segna una rete prototipica in stile Borussia. E qui virtualmente finisce la gara, perché il Werder non è in grado di cambiare atteggiamento. Il BVB controlla senza fatica, gli ospiti invece arrivano a metà campo e poi non sembrano avere alcuna idea.

Booking.com