Coppe Champions: Ancora un pari per l’Inter

Champions: Ancora un pari per l’Inter

399

Ancora rimandato l’appuntamento con il successo in UEFA Champions League per l’FC Internazionale Milano. I Nerazzurri rimontano due volte contro un’ottima FC Dynamo Kyiv, ma devono accontentarsi del terzo pareggio in altrettante partite nel Gruppo F.

 

dejan-stankovic e wesley-sneijderLe formazioni
La speranza di José Mourinho di recuperare Diego Milito si rivela vana, ma in attacco rientra Samuel Eto’o. Alle spalle del camerunense operano Dejan Stanković e Wesley Sneijder. Esteban Cambiasso si piazza davanti alla difesa in mezzo a Sulley Muntari e Javier Zanetti in un centrocampo ancora orfano di Thiago Motta. Nessun timore reverenziale per Valeri Gazzaev che schiera il tridente formato da Andriy Shevchenko, Artem Milevskiy e Andriy Yarmolenko.

Dynamo in vantaggio
Ti aspetti un’Inter a testa bassa per cercare di interrompere il digiuno di quasi un anno in UEFA Champions League e invece è la Dynamo a partire in quarta. Non sono passati nemmeno quattro minuti quando Milevskiy spizza di testa un corner dalla destra. Il pallone finisce a Andriy Yarmolenko che da due passi manda clamorosamente a lato. La Dynamo non ha nemmeno il tempo di ripensare alla colossale palla-gol fallita: Zanetti e Stanković pasticciano nel liberare una punizione dalla trequarti, la palla carambola verso Taras Mikhalik, rasoterra secco, palo interno e gol.

Occasioni
L’Inter accusa il colpo e ci vuole un provvidenziale intervento in spaccata di Lucio per impedire il tiro a botta sicura di Yarmolenko su assist di Milevskiy. La Dynamo gioca proprio bene e al 26′ va ancora vicina al gol. Roman Eremenko trova una prateria a destra, cross al bacio per Shevchenko e colpo di testa dell’ex attaccante dell’AC Milan che sfiora il palo con Júlio César battuto.

Stanković pareggia
L’Inter abbozza una risposta con il suo giocatore più in forma, ma Stanislav Bogush respinge con i pugni il destro secco di Stanković. In questo periodo il serbo è incontenibile e al 35′ è proprio lui a firmare il gol del pareggio. Anche se la complicità della Dynamo, che si fa infilare in contropiede, è evidente. Lucio scambia con Sneijder prima di innescare la galoppata di Stanković nella metà campo ucraina completamente sguarnita. Esterno destro sull’uscita al limite dell’area di Bogush e pallone che si insacca morbidamente in rete. Il risultato di parità dura appena cinque minuti. Corner da sinistra di Gérson Magrão e Lucio incorna alle spalle di un incredulo Júlio César.

Pari Samuel
Nella ripresa l’Inter riparte con David Suazo a posto di Muntari e trova quasi immediatamente il pareggio con un gran colpo di testa di Walter Samuel in torsione su corner dalla destra di Sneijder. Con i due attaccanti l’Inter è sicuramente più periocolosa quando affonda anche se la Dynamo continua comunque a macinare gioco con uno Shevchenko in gran spolvero che lotta su ogni pallone.

Eto’o al tiro
Al 64′ l’Inter va vicina al sorpasso con il destro al volo di Eto’o su cross di Sneijder dalla sinistra. Splendida la risposta in tuffo di Bogush. Oleh Gusev e Betão prendono il posto di Miloš Ninković e Magrão per la Dynamo. Al 73′ Shevchenko grazia l’Inter calciando a lato con solo Júlio César da battere dopo un clamoroso svarione di Lucio. Il portiere brasiliano respinge poi un’insidiosa punizione dell’ex rossonero da posizione defilata. Eto’o si libera bene nel cuore dell’area della Dynamo ma il suo destro è troppo debole e Bogush può bloccare a terra.

Materazzi centravanti
Ancora più ghiotta l’occasione che capita poco dopo a Suazo dopo una splendida accelerazione di Javier Zanetti a destra. Il tiro dell’attaccante da distanza ravvicinata finisce di poco a lato. Non avendo a disposizione Milito e lo squalificato Mario Balotelli, Mourinho prova anche la mossa a sorpresa inserendo Marco Materazzi come centravanti, ma il risultato non cambia più e la strada dell’Inter nel Gruppo F si fa ancora più complicata.


Fonte: ©uefa.com 1998-2009. Tutti i diritti riservati.

Booking.com