Coppe Champions League, Atletico Madrid-Milan: La pretattica di Simeone e Seedorf

Champions League, Atletico Madrid-Milan: La pretattica di Simeone e Seedorf

540

[ad id=”46202″]

Champions League, Atletico Madrid-Milan: La pretattica di Simeone e Seedorf. Martedì 11 marzo 2014 torma la Champions League con il ritorno degli ottavi di finale, due gli incontri di cartello: Atletico Madrid-Milan e Bayern Monaco-Arsenal.

Champions League, Atletico Madrid-Milan: nella classica conferenza stampa prepartita, il tecnico del Milan, Clarence Seedorf, ha così commentato la sfida con l’Atletico Madrid al Vicente Calderon per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League: 

“Ogni partita ha una sua storia e in Champions se ne sono raccontate tante. Noi domani dobbiamo scrivere una nuova storia rispettando l’avversario ma provando a vincere. L’approccio sarà simile all’andata ma il vantaggio dei gol è loro”.

Milan sfavorito: “È capitato anche in anni in cui abbiamo vinto di partire sfavoriti, ma penso che il favorito era e resta l’Atletico Madrid fin dal momento del sorteggio”.

Su Balotelli e Diego CostaSono due giocatori molto importanti. Diego Costa è devastante, è un giocatore fantastico. Noi dobbiamo pensare che l’Atletico non sia solo lui, ma è una squadra. Balotelli è molto importante per noi”.

Il passaggio ai quarti“Dobbiamo fare i gol che servono per passare il turno. Speriamo di uscire di qui vittoriosi. La gara dell’andata ci ha dato delle indicazioni e proveremo a superarci per passare il turno. Il calcio è come la vita, ti mette davanti degli ostacoli da superare. Noi domani vogliamo fare i gol che ci servono per passare il turno e tornare a milano vittoriosi”.

Sulla squadra“I giocatori sono molto motivati. È un momento importante per la squadra e possiamo scrivere una bella pagina della storia del club in un momento un po’ particolare”.

Sul progetto tecnico: “Il mio progetto è il progetto del Milan e cerco di portare avanti, a livello tecnico, i desideri della società. E lo faccio con grande entusiasmo e sono fiducioso che costruiremo un grande futuro. Un futuro che non passa da questa partita. Dobbiamo viverla al meglio. Ci sono tanti momenti che saranno delle prime volte e io cerco di imparare tanto e mettere in pratica le cose che imparo. Voglio costruire, insieme al gruppo, le basi per un domani. Ogni tanto ci sono degli incidenti ma c’è un ambiente speciale intorno a questa partita”. 

Il gruppo: “In Champions c’è un metro di giudizio uniforme sull’aggressività. Il calcio è bello quando viene giocato. Kakà? ha grande esperienza, non ho aspettative particolari su di lui. La squadra deve giocare la squadra e poi ci sono i singoli che possono trovare il colpo giusto. Kakà non deve avere il peso di risolvere la partita da solo, in passato, quando lo faceva, era supportato dalla squadra. Ed eravamo contenti di aiutarlo. Stessa cosa perTaarabt, sarà in campo, darà il suo contributo. Ma l’importante è il gruppo”.

Champions League, Atletico Madrid-Milan: Nella classica conferenza stampa prepartita, il tecnico argentino dell’Atletico Madrid, Diego Simeone, ha così commentato la sfida con il Milan, ritorno degli ottavi di finale di Champions League: “Sono sicuro che sarà una gara difficile, dura, perché sono una squadra con storia e qualità. Hanno talento, noi dovremo vedere come recupereranno i giocatori dopo Vigo”.  

Sulla squadra: “Oggi e domani analizzeremo la situazione, ma torneranno Diego, Arda e Godin. I gol di Villa e la crescita di Sosa ci stanno facendo crescere”.  

Sul Milan: “Mi aspetto un grande Milan e sono certo che domani sarà dura, per loro quanto per noi. Hanno grandi giocatori ed in queste gare danno sempre il meglio: ci aspettiamo il miglior Milan. Cercheranno di segnare ma noi dobbiamo controllare la partita: sarà decisiva l’intensità a metà campo, sarà la chiave della sfida. Dobbiamo chiuder loro ogni spazio, sono una squadra a trazione offensiva e se non li conterremo allora sarà una gara di sofferenza”.

[ad id=”46202″]

Booking.com