Nazionale Italiana Confederations Cup, Italia-Brasile: Tutte le news dai campi e le formazioni. Pirlo...

Confederations Cup, Italia-Brasile: Tutte le news dai campi e le formazioni. Pirlo e De Rossi out

756

Italia e Brasile si incontrano a Salvador De Bahia nell’ultimo atto del girone A di Confederations Cup (calcio d’inizio alle 21 ora italiana, diretta su Rai Uno e Sky Sport 1). Un incontro tra due nazionali che hanno collezionato insieme nove titoli mondiali.

italia.bras Diverse le sfide che hanno fatto la storia, dalle finali di Messico 70′ e Usa 94′, che ci videro soccombere, all’indimenticabile gara del Mundial del 1982, dove Paolo Rossi e compagni, guidati da Bearzot, fecero piangere due nazioni: l’Italia di gioia, il Brasile di disperazione. E’ la sesta volta che le due squadre si affrontano in una competizione ufficiale. Il bilancio è di perfetta parità due vittorie per i verdeoro, un pareggio e due successi per gli Azzurri. Considerando il bilancio totale il Brasile è in vantaggio con sette vittorie a fronte di cinque successi azzurri e tre pareggi, l’ultimo a Ginevra lo scorso marzo, quando la squadra di Scolari e quella di Prandelli pareggiarono per 2-2: alle reti di Fred e Oscar risposero De Rossi e Balotelli.

E proprio Daniele De Rossi, che con il Giappone è sembrato fra i piu’ in forma, dovra’ saltare la sfida per squalifica. Insieme a lui in tribuna si accomoderà  anche Andrea Pirlo, che ha dovuto alzare bandiera bianca: per lui contrattura al gemello mediale della gamba destra e tentativo di recupero per la semifinale della prossima settimana. Prandelli opta per una formazione più rapida passando al 4-2-3-1 gettando Candreva e Diamanti dal 1′ e dando una chance a Bonucci in mezzo alla difesa. Visto l’infortunio di Pirlo, in cabina di regia ci andrà Montolivo, cui spetterà soprattutto il compito di dettare i tempi della manovra. Nessun cambiamento invece in attacco, affidato sempre a Balotelli. Non si è allenato Stephan El Shaarawy. L’attaccante milanista soffre ancora di un problema al piede sinistro (ematoma) dopo il trauma contusivo al primo dito accusato nella sessione d’allenamento di giovedì.

In casa Brasile Luiz Felipe Scolari dovrà fare a meno di Paulinho. Il sogno di mercato dell’Inter ha un problema alla caviglia sinistra e al suo posto dovrebbe giocare Hernanes, ormai relegato in panchina da Luiz Gustavo. A scopo precauzionale, il tecnico verdeoro potrebbe infatti rinunciare anche a David Luiz, reduce da una frattura al setto nasale rimediata contro il Messico, e mettere in campo Dante. Anche in attacco è previsto qualche piccolo cambiamento. Lucas potrebbe prendere il posto di Hulk, mentre sulla presenza di Neymar, Oscar e Fred sembrano non esserci ci sono dubbi.

Con il Brasile la formazione azzurra si giochera’ il primo posto nel girone, con la consapevolezza che solo un successo regalerebbe all’Italia il primato del girone. Se gli azzurri dovessero arrivare al secondo posto si volerebbe a Fortaleza, dove giovedi’ 27 giugno affronterebbero con ogni probabilita’ la Spagna, che sta dominano il Gruppo B. In caso di vittoria del girone appuntamento invece a Belo Horizonte mercoledi’ 26 con probabile avversario l’Uruguay che dopo la vittoria di ieri sulla Nigeria dovrebbe essersi assicurato, salvo sorprese, la seconda piazza del girone.

La partita, però si giocherà in un clima di protesta nei confronti del governo nazionale: le manifestazioni (che hanno causato due morti) che si stanno verificando ormai da dieci giorni in Brasile hanno scosso dalle fondamenta una classe politica che sperava molto nei prossimi Mondiali di calcio per aumentare i propri consensi. Quando l’organizzazione del Campionato del mondo, che si terrà il prossimo anno, era stata assegnata al Brasile, tutti si aspettavano una festa gioiosa. Invece è montata la rabbia popolare, con centinaia di migliaia di persone che sono scese in strada nelle citta’ che stanno attualmente ospitando la Confederations Cup, per protestare contro l’aumento dei prezzi e la corruzione dilagante, e per chiedere investimenti nella sanita’ e nella pubblica istruzione. Prima delle proteste, la presidente Dilma Rousseff aveva un tasso di approvazione nei suoi confronti pari al 70%. Ma il nuovo movimento ha oscurato anche le grandi manifestazioni del Partito dei lavorari, che anche ai bei tempi non sarebbe mai riuscito a trascinare in piazza oltre centomila persone.

ITALIA-BRASILE

Italia (4-3-2-1) – Buffon; Abate, Bonucci, Chiellini, De Sciglio; Aquilani, Montolivo, Marchisio; Diamanti, Candreva; Balotelli.

Brasile (4-3-3) – Julio Cesar; Daniel Alves, Thiago Silva, David Luiz, Marcelo; Luiz Gustavo, Hernanes, Oscar; Hulk, Fred, Neymar.

Arbitro: Irmatov (Uzb)

Booking.com