Calcio Italiano Serie A De Zerbi: «Non mi preoccupa l’esonero ma la fragilità della squadra»

De Zerbi: «Non mi preoccupa l’esonero ma la fragilità della squadra»

439

De Zerbi PalermoSiamo deboli mentalmente – è l’analisi di Roberto De Zerbi. Non mi preoccupa l’esonero ma l’aspetto mentale delle squadre che alleno. Abbiamo grandi limiti, ci mancano dei giocatori ma sarebbe troppo facile cercare scuse. Abbiamo giocatori con un potenziale enorme, importante, ma oggi questo potenziale non serve a niente e per far sì che diventi un valore reale serve convinzione, autostima. Va bene che un calciatore sia umile ma ci vuole convinzione in quello che fa altrimenti non può fare il calciatore“.

Dopo la quinta sconfitta su cinque gare casalinghe, per il tecnico rosanero ci sono pochi dubbi, il problema del Palermo è nella testa: “Mi porto la mia esperienza da giocatore e di vita e tutto parte da lì. E’ più facile allenare un sistema di gioco che la testa, vorrei che fossimo più impermeabili alle sconfitte“.

Io devo pensare a fare il mio lavoro, so i rischi che corro, so che è responsabilità anche mia ma so anche che c’è da lavorare tanto. Se si vuole proseguire, sono fortemente convinto che ci salveremo, che possiamo lasciarci dietro tre squadre“.

Booking.com