Coppe Europa League Europa League: Di Francesco presenta la sfida col Rapid Vienna

Europa League: Di Francesco presenta la sfida col Rapid Vienna

Eusebio Di FrancesacoIl tecnico del Sassuolo Eusebio Di Francesco vuole evitare gli errori commessi dalla sua squadra in Belgio per uscire indenne dalla seconda trasferta consecutiva in Europa League contro il Rapid Vienna.

Tre settimane fa il Sassuolo era uscito con le ossa rotte da Genk, dopo un 3-1 netto a favore dei belgi. Reduci dal successo in rimonta del weekend contro il Crotone, i Neroverdi vogliono riprendere il loro cammino vincente anche in Europa, nonostante le assenze di Domenico Berardi, Simone Missiroli e Alfred Duncan non facilitino il lavoro di Di Francesco, intervenuto in conferenza stampa al Weststadion.

In Europa abbiamo una rosa molto limitata, e quindi potreste già indovinare la formazione. A parte quello, contro il Genk abbiamo commesso degli errori dal punto di vista tattico, e dobbiamo concentrarci meglio nella fase difensiva. Detto questo, vogliamo contenere i nostri avversari ma anche fare gol: è questo il nostro atteggiamento. Il Rapid assomiglia molto al Genk, ha giocatori abili e veloci ma può concedere degli spazi, perché attacca anche con i terzini: dovremo essere bravi ad approfittarne”.

L’obiettivo è ottenere un buon risultato e superare il turno: “Ci sono 12 punti in palio fino alla fine: dobbiamo cercare di mantenere almeno la posizione attuale, cioè la seconda del girone, e di ottenere più punti possibili a partire dalla sfida di domani”. Ha ragione Di Francesco, perché ogni punto potrebbe risultare decisivo: dopo due giornate tutte le squadre del Gruppo F hanno tre punti, e non perdere in trasferta potrebbe consentire alla sua squadra di giocarsi una bella fetta di qualificazione nello stadio di casa, dove quest’anno il Sassuolo ha sempre vinto, in Europa e in Serie A.

Per quanto riguarda la formazione, il tecnico abruzzese ha fornito solamente due indicazioni: “Vi dico un solo titolare, cioè Francesco Acerbi. Defrel e Matri? Giocherà o l’uno o l’altro, non insieme”.

Il Rapid è in un momento non proprio felice e in campionato non vince da un mese, ma tra le mura amiche può contare su un tifo molto caldo. Di Francesco lo sa, ma è certo che la sua squadra abbia la mentalità giusta per sopperire al fattore campo. A Genk non è andata proprio così, ma questo Sassuolo non è più una sorpresa e sembra avere le armi giuste, soprattutto sulle ripartenze, per far male agli austriaci.

http://it.uefa.com/

Booking.com