Calcio Mercato Diego, si può fare: Juve e Werder si incontrano

Diego, si può fare: Juve e Werder si incontrano

374

I tedeschi chiedono 30 milioni, ma il ds è convinto di trovare un accordo migliore. Intanto si lavora all’eventuale contratto dell’asso brasiliano

 

DiegoIl Werder e la Ju­ve seduti allo stesso tavolo: il sogno di Diego Ribas da Cunha, del padre Djair – che tramite Tuttosport aveva in­vitato i due club a parlarsi ­e di milioni di tifosi juventi­ni prende forma. Alessio Secco e il dg del club tedesco Klaus Allofs hanno infatti concordato di incontrarsi a fine marzo per discutere del passaggio in bianconero del­l’asso brasiliano Secco avrebbe gradito anticipare i tempi, ma a Brema inizial­mente consideravano persi­no prematura la scadenza di fine mese, considerato che la formazione di Thomas Schaaf è ancora impegnata non soltanto in Bundesliga, ma pure in Coppa Uefa e l’argomento mercato avreb­bero preferito rimandarlo a fine stagione. L’apertura del club tedesco è quindi indica­tiva del fatto che in società nessuno si fa illusioni sulla possibilità di prolungare ol­tre il termine di questa sta­gione l’avventura di Diego in biancoverde.

L’OFFERTA – Formalmente Secco chiederà al suo inter­locutore la disponibilità ad aprire la trattativa, ma quello è un argomento che non porterà via troppo tem­po. Il punto chiave della vi­cenda è ovviamente un al­tro, ovvero capire quali mar­gini di trattativa ci siano per ridurre la quotazione di 30 milioni che da sempre il Werder attribuisce al pro­prio giocatore più rappre­sentativo. Il tipo di risposta ottenuta ovviamente condi­zionerà il buon esito dell’o­perazione, spingendola ver­so il lieto fine o, in caso con­trario, dando ulteriore linfa alla pista che porta a David Silva.

L’INGAGGIO – Parallela­mente la Juve sta smussan­do gli ultimi angoli per quel che riguarda il contratto da far ( eventualmente) sotto­scrivere a Diego. Il brasilia­no guadagna già una cifra molto elevata, circa 3 milio­ni di euro a stagione, e si aspetta un ulteriore salto in avanti. Ma da questo punto di vista la Juve è determina­ta a inserire nell’accordo una parte variabile legata ai risultati raggiunti. Resta da valutare la parte legata ai diritti di immagine. Ma quel che più preme a Diego è da­re ulteriore lustro a quella di campione assoluto, cosa possibile soltanto raggiun­gendo grandi traguardi di squadra. E alla Juve in que­sto senso la pensano esatta­mente come lui.


Fonte: Tutto Sport di Gianni Lovato

Booking.com