Calcio Italiano “Ecco lo scossone, si parte da qui”

“Ecco lo scossone, si parte da qui”

410

De Laurentiis ritrova il sorriso

 

De LaurentiisAvevo fiducia in questo scossone, i ragazzi hanno risposto al concetto di squadra di cui aveva parlato l’allenatore. Questa è stata una prestazione di grande concentrazione: diciamo che si parte da qui“. Aurelio De Laurentiis ritrova il sorriso dopo la vittoria sul Bologna:C’è molto da lavorare, Mazzarri non ha un compito facile, ma è un guerriero come me. I ragazzi risponderanno, e da gennaio ci si comincerà a divertire“.

Il presidente del Napoli sul futuro dg: “Inutile fare un toto-direttore generale: viene dalla grande industria e lo annunceremo intorno al 20 novembre“.

Mazzarri commenta la vittoria in extremis ottenuta contro il Bologna: “Ai ragazzi devo fare i complimenti, hanno dato tutto. Non abbiamo giocato come piace a me, ma penso che la vittoria sia più che meritata, abbiamo creato più occasioni da gol dei nostri avversari“. Riguardo ai singoli, Mazzarri non si sofferma molto sull’esclusione di Cigarini:E’ un giocatore importante come gli altri, faccio le scelte in base alla mia logica, non ci sono esclusi eccellenti“. Il mister spiega però la decisione di far partire dal primo minuto Lavezzi: “Io responsabilizzo i miei giocatori, parlo chiaro – sottolinea -. Non lo conoscevo, ho dovuto fidarmi di lui. Ci siamo parlati tre volte, stamattina ha saputo che giocava perché il ragazzo mi aveva convinto che poteva giocare dal primo minuto. Ho fatto una scelta e ne ho spiegato il motivo al gruppo“.

“LAVEZZI NON E’ UNA PRIORITA’ ORA”
Più che il debutto di Mazzarri è il caso-Lavezzi a tenere banco in casa Napoli. Una vicenda,che, però, de Laurentiis rimanda ai prossimi giorni. “Dei problemi di Lavezzi – ha detto il presidente – parleremo lunedì. Saranno valutate le ragioni, il perché del ritardo, cercheremo di capire cosa effettivamente è successo. L’importante in questo momento è la serenità dell’allenatore. Nel Napoli non c’è solo Lavezzi, ci sono 25 giocatori di livello”. Ci sono problemi legati al contratto? “Lavezzi – sottolinea ancora il numero uno del club azzurro – ha un contratto con il Napoli fino al 2013. Quindi, caso mai, la questione non è il rinnovo ma un prolungamento del contratto stesso. E’ nelle condizioni per essere a posto e rendere per quello che è stato chiamato a fare. Ora preoccupiamoci di altre cose: il cambio di allenatore, l’inserimento di nuove figure, la ristrutturazione di un club che pensavo fosse stato allestito in maniera meno fortunosa”.

MAZZARRI PERDONA LAVEZZI
Quello dell’esordio è il passo più difficile, proprio perché è il primo e perché arriva dopo la sosta delle nazionali e con il “caso Lavezzi” con cui fare i conti. Walter Mazzarri affronta con grande serenità l’argomento che riguarda l’argentino, rimasto in Sudamerica e rientrato soltanto a 24 ore dalla partita. “Io ho un rapporto vero e franco coi miei giocatori e parto sempre dalla buona fede. Anche a me è capitato di smarrire il passaporto – spiega il tecnico azzurro – . Parlerò col ragazzo e chiariremo. L’elemento oggettivo è che avrò poco tempo per valutare le condizione di alcuni nazionali”. Sulla sfida col Bologna: “Sarà un match delicatissimo. Chiedo perciò l’apporto dei tifosi affinché ci sostengano fino alla fine. Col Bologna non sarà dura, ma durissima. Questo per noi è un momento di passaggio da una gestione all’altra e per questo ribadisco che sarà la partita più difficile del nuovo corso”.

LAVEZZI, ALTRA GRANA
Non comincia bene il rapporto tra Lavezzi e Mazzarri. L’argentino, infatti, ha comunicato alla società che arriverà a Napoli solo sabato. Il motivo? Il “Pocho” ha perso il passaporto e non ha potuto imbarcarsi sull’aereo che da Montevideo, dove era con la Seleccion di Maradona, l’avrebbe dovuto riportare in Italia. A questo punto la sua presenza nella sfida di domenica contro il Bologna è in forte dubbio. Salta l’accordo con Montali. Inevitabilmente il presidente de Laurentiis è andato su tutte le furie dopo essere stato informato dal neo ds Bigon. Anche perché c’era già il precedente di Datolo, rientrato in ritardo per lo stesso motivo poco più di un mese fa. A questo punto sono attesi provvedimenti da parte della società.

SALTA L’ACCORDO CON MONTALI
Era tutto pronto per la presentazione, poi un passo indietro (“E’ presto per altre nomine”) e ora la notizia che è definitivamente saltato l’accordo tra il presidente De Laurentiis e Montali. L’ex ct della Nazionale di volley non sarà il nuovo direttore generale del Napoli. “Ringrazio molto De Laurentiis per la proposta ma al momento non ci sono le condizioni per accettare”.

LUCCHESI: “IO DG? UN SOGNO”

“Non ho incontrato Aurelio de Laurentiis. L’ho letto anch’io sui giornali ma non è vero”
. Lo ha dichiarato l’attuale dg del Pescara, Fabrizio Lucchesi, il cui nome è stato accostato a quello del Napoli per il ruolo lasciato vuoto da Marino. “Sono solo rumors – ha detto a Radio Kiss Kiss – , per ora sto bene al Pescara ed ovviamente essere accostato al Napoli farebbe piacere a tutti i dirigenti. Sarei ipocrita se dicessi che non sarebbe un sogno”.


Fonte: Sport Mediaset

Booking.com