Coppe Europei Under 21, l’Italia in semifinale: Cala il poker con l’Israele, 4-0

Europei Under 21, l’Italia in semifinale: Cala il poker con l’Israele, 4-0

507

Gran partita degli Azzurrini che vincono 4-0 con doppietta di Gabbiadini e reti di Saponara e Florenzi: la nota stonata è l’infortunio di Insigne, messo ko da un intervento durissimo di Golasa, poi espulso per un’altra scorrettezza.

under 21Una vittoria dolcissima, ma non senza retrogusto amarognolo per l’Italia Under 21 che, nella seconda partita del Gruppo A nell’Europeo di categoria, schianta i padroni di casa di Israele con un netto 4-0. Un risultato che vale il pass per le semifinali e rende utile soltanto per il primo posto nel girone l’ultimo match di martedì prossimo contro la Norvegia. Eppure, questo poker non nasconde la preoccupazione dello staff azzurro per l’infortunio rimediato da Lorenzo Insigne al 37’, quando un’entrata killer di Golasa – l’uomo che poco dopo sarebbe stato espulso per un intervento durissimo su Saponara – gli è costata l’uscita dal campo per problemi alla caviglia sinistra. Dopo il ko di Marrone, si teme un nuovo stop pesante per il leader di questo gruppo. Che, però, ha quanto meno una settimana di tempo per recuperare in vista della semifinale.

TITOLARI SAPONARA E GABBIADINI – Devis Mangia conferma il 4-4-2 standard della sua Italia, seppure con tre ritocchi. Il primo è obbligato in mediana, lì dove Florenzi si accentra per rimpiazzare l’infortunato Marrone, ko per il resto del torneo ma comunque al seguito dei compagni in tribuna per sua esplicita richiesta. L’esterno destro diventa Saponara, mentre in attacco Gabbiadini sostituisce Borini e fa coppia con Immobile. Confermato Insigne come esterno destro e ovviamente anche Verratti in regia.

TRA SAPONARA E GABBIADINI IL KO DI INSIGNE – L’Italia va da subito a caccia della vittoria, ma Israele parte su ritmi altissimi e il match si fa da subito divertente, ricco di costanti ribaltamenti di fronte creati da due squadre che pensano prima di tutto all’attacco. All’11 Insigne scalda i guantoni a Kleyman con un bel destro dal limite, mentre al 18’ Turgeman sfiora la deviazione vincente a un passo da Bardi. La svolta è nell’aria e sul ribaltamento di fronte successivo giunge puntuale. Insigne, come sempre, taglia da sinistra verso il centro e serve Immobile con un lob meraviglioso. L’attaccante azzurro non tira in porta ma scarica di prima per l’accorrente Saponara, il quale non si fa pregare e spara sul primo palo al volo. L’Italia va in vantaggio e Israele, che prova a reagire con un pizzico di pressing, si scioglie, scoprendo il fianco agli ottimi sincronismi offensivi degli Azzurrini. Al 31’ Saponara spaventa ancora Kleyman su imbeccata di Gabbiadini, mentre al 32’ lo stesso bolognese e Florenzi vanno vicinissimi al raddoppio. Sembra tutto facile, peccato che gli uomini di Mangia non abbiano fatto i conti con la rabbia dei padroni di casa, tradottasi nel pessimo intervento di Golasa su Insigne (37’). Il fantasista azzurro è costretto a lasciare il campo in lacrime per un problema alla caviglia sinistra, ma il trequartista israeliano resta in campo solo qualche istante di più, facendosi cacciare con un rosso diretto per un altro intervento omicida su Saponara. Mangia inserisce Fausto Rossi per Insigne, spostando Florenzi sulla fascia sinistra. E l’Italia dimostra anche di avere carattere, scaraventando in rete tutta la propria rabbia al 43’, quando Gabbiadini sfrutta con un sinistro micidiale il secondo assist della serata di Immobile portando il match all’intervallo.

Booking.com