Calcio Italiano Finale Coppa Italia è Napoli-Fiorentina: Roma affondata

Finale Coppa Italia è Napoli-Fiorentina: Roma affondata

672

Il Napoli ribalta il risultato dell’andata e batte la Roma con un secco 3-0. La Finale Coppa Italia è Napoli-Fiorentina: Roma affondata. Decidono le reti messe a segno da Callejon, Higuain e Jorginho.  Brutta sconfitta per la squadra di Rudi Garcia che sognava la Finale Coppa Italia.  Dopo un buon inizio con due occasioni con Ljajic e Gervinho, frana inspiegabilmente vedendosi sfumare una ghiotta opportunità di portare a casa un trofeo.

Troppo Napoli per questa Roma,  gli azzurri di Rafa Benitez  interpretano in maniera perfetta la sfida di ritorno con la Roma e ribaltano il 3-2 subìto all’Olimpico: Finale Coppa Italia è Napoli-Fiorentina, dunque.  Benitez punta sugli 11 titolari e la scelta si rivela azzeccata fin da subito: dopo aver subito l’iniziativa giallorossa in avvio, Reina dice no a Destro da pochi passi, i partenopei prendono le giuste contromisure alla Roma e crescono nel corso del primo tempo, colpendo al 32′ con un grande stacco di testa di Callejon, ben imbeccato da Maggio con un preciso cross dalla destra. I giallorossi provano a reagire, ma subiscono troppo il possesso palla degli azzurri, specie a centrocampo, dove Jorginho e Inler giganteggiano sui pari-ruolo romanisti. La ripresa si chiude con il Napoli in vantaggio e saldamente al comando della gara.

Nella ripresa  gli azzurri trovano un uno-due devastante: prima segna Higuain, incornando di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, poi è la volta di Jorginho, che anticipa d’esterno De Sanctis in uscita su una splendida verticalizzazione di Hamsik. 3-0 e gara virtualmente chiusa. :il Napoli tiene palla e addormenta la partita con il suo possesso-palla, mentre la Roma non riesce a reagire, paventando nervosismo come nell’episodio dell’espulsione di Strootman polemico nei confronti dell’arbitro. Neanche gli ingressi di Totti, Maicon e Florenzi nel corso della seconda frazione di gara sortiscono gli effetti sperati: vince il Napoli 3-0 e il San Paolo in festa saluta Diego Armando Maradona,  presente in tribuna e pazzo di gioia ad ogni gol.

Si parte e subito la Roma si rende pericolosa: al 3′ Destro sfiora la rete, ma è bravissimo Reina a sventare la minaccia. Il Napoli, con il passare dei minuti, prende le misure alla squadra capitolina. Al  17′ ci prova Hamsik, ma la conclusione dello slovacco è sballata. Poco dopo di nuovo la Roma si fa viva dalle parti di Reina: prima è Gervinho a vedersi murare la conclusione a pochi metri dalla linea di porta, quindi sulla ribattuta si è catapultato Ljajic che non ha trovato lo specchio della porta. Poco dopo la mezz’ora arriva il goal dei partenopei: sul preciso cross di Maggio dalla destra Callejon si coordina perfettamente e di testa trafigge De Sanctis. Il Napoli, sulle ali dell’entusiamo, va subito vicino al raddoppio, ma Hamsik manda alto da buona posizione.

Nella ripresa, il Napoli parte subito forte e Callejon spreca una buona occasione. Il secondo goal, però, è dietro l’angolo e si materializza al 48′: sugli sviluppi del corner: Albiol prolunga per Higuain che di testa anticipa Torosidis e firma il raddoppio. La Roma accusa il colpo e pochissimi minuti dopo incassa anche il terzo goal. Mertens inventa un grande assist capolavoro  per Jorginho che con un tocco preciso supera De Sanctis. Garcia corre ai ripari e mette in campo Florenzi, Maicon e Totti, ma il Napoli si difende con ordine e cerca di pungere in contropiede. Ci provano Gervinho e Destro, ma il goal che riaprirebbe la qualificazione non arriva. Nel finale la Roma si getta in avanti, ma è il Napoli a sfiorare più volte la quarta marcatura. Finisce dopo tre minuti di recupero e Napoli sogna. Finale Coppa Italia è Napoli-Fiorentina il 3 maggio all’Olimpico di Roma.

 

 

Booking.com