Calcio Italiano Fiorentina, Maxi Olivera si presenta

Fiorentina, Maxi Olivera si presenta

423

Maxi Olivera (Fiorentina)Queste le parole di Maxi Olivera nella conferenza stampa di presentazione che si è tenuta ieri presso la sala stampa “Manuela Righini” del Franchi: “Vengo dal Penarol, la squadra più importante dell’Uruguay dove sono stato anche capitano. Ho giocato tante partite e ho esperienza, spero di ambientarmi presto alla Fiorentina. Molti miei connazionali hanno fatto bene in Italia come Montero, gioco nel suo stesso ruolo ed è uno dei modelli. Sono qua per esprimere le mie caratteristiche, sono un terzino ma ci metterò grinta e le qualità tipiche dei sudamericani.

La trattativa? È stata breve, avevo già iniziato il campionato in Uruguay ma è stato bello arrivare alla Fiorentina, in un club importante a livello continentale. Sono felice che il mister mi ha dato subito fiducia. 

Il mio idolo? Martin Caceres, anche lui terzino sinistro. È un giocatore che ammiro molto per le sue qualità. Ho parlato con Vecino, appena ha saputo che venivo a Firenze mi ha raccontato della Fiorentina e mi ha aiutato molto nei primi giorni ad adattarmi. Conosco anche Cristoforo, con cui mi trovo bene insieme.

Il tweet di domenica? Mi è dispiaciuto che la partita sia stata interrotta, anche se ero felice per il debutto. In generale sono contento di aver esordito con la Fiorentina in Serie A TIM, stavamo facendo abbastanza bene anche se il Genoa ci pressava molto. 

Quali attaccanti devo affrontare? Ci sono tanti giocatori forti in Italia, domenica mi troverò davanti Totti che è un simbolo del calcio italiano. Sono molto contento di giocare contro campioni come lui, ma noi cercheremo di vincere. 

Gli obiettivi stagionali? Dobbiamo andare avanti partita dopo partita, fare punti e vedere a un certo punto del campionato dove siamo. Anche l’Europa League è importante, vogliamo passare il girone e poi capiremo dove possiamo arrivare. 

Cosa vuole Sousa dal mio ruolo? Nella partita contro il Genoa il mister ci ha chiesto di ampliare il gioco. Sousa cambia tattica ogni partita a seconda dell’avversario che abbiamo di fronte. Ora stiamo lavorando per la partita di giovedì, ma ogni gara sarà affrontata in un modo diverso. 

Firenze? È una città bellissima, ci sono molti monumenti storici. Ho potuto fare pochi giri perché dovevo pensare a trovare casa ma con il tempo spero di avere la possibilità visitarla. I fiorentini mi hanno detto grandi cose in merito alla città”.

(Foto ACF Fiorentina)

www.violachannel.tv

Booking.com