Coppe Champions League Gündoğan regala al City la prima gioia contro il Barcellona

Gündoğan regala al City la prima gioia contro il Barcellona

İlkay GündoğanPer İlkay Gündoğan il 1° novembre sarà senz’altro una data da ricordare. Non capita tutti i giorni infatti di segnare una doppietta al Barcellona. “Il fischio finale con i compagni, staff e tifosi è stata una delle sensazioni più belle provate negli ultimi mesi“, ha raccontato l’ex Borussia Dortmund passato al City in estate.

Al sesto tentativo finalmente il City ha sconfitto la bestia nera Barcellona, ma qual è stato il segreto della loro vittoria in rimonta?

I gol cambiano le partite
Può sembrare un luogo comune, ma i gol cambiano veramente le partite. “Il Barcellona è stato migliore per 35 minuti, hanno avuto un paio di occasioni e segnato meritando il vantaggio – ha spiegato Gündoğan soffermandosi poi sull’importanza del gol del pareggio –. Dopo il pari ho avuto la sensazione che fosse cambiato qualcosa in squadra. È tornata la mentalità e col pubblico a sostenerci è stato tutto fantastico. Abbiamo proseguito così anche nel secondo tempo e completato la rimonta. È stato impressionante“.

E in effetti il City avrebbe potuto segnare ancora sfruttando la vulnerabilità della linea difensiva stravolta del Barça. “Avevamo il controllo del 90% del Barcellona dopo quel momento, specialmente nel secondo tempo“, ha concluso.

ll pressing la chiave del successo
Un altro giocatore decisivo è stato Kevin De Bruyne, autore della splendida punizione del 2-1 che ha detto: “Abbiamo pressato meglio dopo mezz’ora. Il Barcellona in possesso è una delle squadre migliori del mondo, ma alla fine siamo riusciti a capire come contrastarli, e questo è stato fondamentale“.

Anche il tecnico dei catalani, Luis Enrique, si è soffermato su questo aspetto: “Il loro modo di giocare è chiaro e caratteristico della filosofia di Guardiola. Pressano molto e non danno un attimo di tregua“.

La migliore partita di sempre?
La vittoria contro il Barça potrebbe essere addirittura migliore di quella dei quarti di finali di Champions League contro il Paris Saint-Germain della passata stagione. “Serate come queste servono ai tifosi e alla squadra per capire di essere in grado di competere con le squadre più forti“, ha spiegato Guardiola sottolineando l’importanza della partita per il morale e la fiducia della squadra in ottica europea.

http://it.uefa.com/

Booking.com