Calcio Italiano Serie A Hamsik parla da leader e punta il primato di Maradona

Hamsik parla da leader e punta il primato di Maradona

HamsikSolo a novembre ha segnato in Champions League al Beşiktaş, in campionato alla Lazio e nelle qualificazioni ai Mondiali contro la Lituania. Marek Hamšík sta trascinando Napoli e Slovacchia con le sue prestazioni e le sue reti. Belle quanto pesanti.

Nella classifica dei marcatori di tutti i tempi del Napoli è arrivato a quota 103 ed è a un solo gol dal terzo posto attualmente occupato da Edinson Cavani. Il leader, Diego Maradona, non è poi così lontano a quota 115.

La top ten dei marcatori nella storia del Napoli
1) Diego Maradona 115 gol
2) Attila Sallustro 108
3) Edinson Cavani 104
4) Marek Hamšík 103
5) Antonio Vojak 103
6) José Altafini 97
7) Careca 96
8) Gonzalo Higuain 91
9) Giuseppe Savoldi 77
10) Cané  e Luis Vinicio 70

Raggiungo Diego e poi chiederò di incontrarlo: lui è la storia – ha detto in un’intervista con il Corriere dello Sport. Io non sarò mai come lui, né credo che sia possibile esserlo in assoluto, però almeno mi resterà questa soddisfazione di averlo battuto. Ho avuto la possibilità di parlarci al telefono, l’anno scorso: gli telefonò Higuain e me lo passò. Fu carino, come sempre, tante belle parole. Però stringergli la mano e parlargli di persona offrirà emozioni forti”.

Il Napoli ha vinto appena tre delle ultime otto partite in campionato ma Hamšík non molla il sogno Scudetto. “Ce la possiamo ancora giocare con la Juventus, per avvicinarci basta un filotto di vittorie. In quest’ultimo periodo non siamo stati assistiti dalla sorte e quando non vinci nasce il pessimismo. Io invece sono ottimista o forse realista perché conosco il valore dei compagni. Voglio il titolo e la festa per il tricolore in questa città, il giorno dopo potrei anche lasciare il calcio“.

Intanto mercoledì il Napoli potrebbe fare un grosso passo avanti verso gli ottavi di finale di Champions League battendo la Dinamo Kiev al San Paolo. Meno possibilista, Hamšík, su un trionfo europeo: “Vincere la Champions darebbe una statura internazionale da far girare la testa. E’ bello pensarci, ma la vedo irrealizzabile. In finale ci vanno i colossi“.

http://it.uefa.com/

Booking.com