Calcio Italiano IBRA, ORA BASTA! L’INTER SCARICA LO SVEDESE

IBRA, ORA BASTA! L’INTER SCARICA LO SVEDESE

396

Lo svedese non è più incedibile: se vuole partire può farlo ma alle condizioni dell’Inter

 

IbrahimovicDopo sole tre stagioni in nerazzurro Zlatan Ibrahimovic si sta già stufando dell’Inter. Allo svedese non basta vincere ogni anno lo Scudetto, anche se ci sono tanti altri giocatori che ci metterebbero la firma per cucirsi costantemente il tricolore sul petto: Ibra vuole vincere di più, soprattutto in un’Europa che finora non ha mai visto nè lui nè l’Inter protagonisti.

ARIA PESANTE Il presidente Massimo Moratti è solitamente molto cauto nelle sue dichiarazioni ma, questa volta, è proprio stanco della situazione: ogni anno l’agente di Ibra bussa alla Pinetina per contrattare di nuovo un contratto già faraonico. Ibra guadagna 11 milioni e mezzo di euro e, nel 2013, prenderà ancora più soldi in base ad una serie di clausole contrattuali che hanno trasformato lo svedese nel giocatore più pagato d’Europa. Più di Kakà, che ha vinto nel 2007 Pallone d’Oro, Champions e Mondiale per Club, più di Ronaldo, che gli stessi trofei li ha vinti lo scorso anno. Dopo i dubbi esternati domenica sera da Ibra sul proseguo della sua esperienza nerazzurra, però, i tifosi si sono arrabbiati, perchè, nonostante tutti i soldi che prende, l’ex attaccante di Ajax e Juventus non è mai stato decisivo nei grandi appuntamenti di Champions, a differenza proprio di Kakà e Ronaldo, “sottopagati” rispetto a Zlatan ma che hanno sempre saputo fare la differenza negli appuntamenti europei. Moratti allora, con un pensiero anche alle esperienze passate, come quella di Ronaldo, non ha più intenzione di subire ricatti e ha messo di fatto Ibra sul mercato, pur accompagnando il tutto con qualche battuta: “Tutti i calciatori hanno un prezzo. Zlatan ha un contratto lungo perché oltre ad essere un grande giocatore, è un grande professionista. È un uomo in gamba, pensiamo e speriamo che il rapporto duri ancora a lungo. Magari Ibra va da un’altra parte e poi la Champions la vinciamo noi dell’Inter…”.

LA FILA ALLA PORTA L’Inter ha dato molto ad Ibrahimovic in questi tre anni, ma è naturale che non si può discutere ogni anno di un contratto che è già il più alto d’Europa. Ormai le società sono totalmente schiave di fronte ai calciatori, e gli accordi sottoscritti valgono sempre di meno: Moratti non ritoccherà in alcun modo il contratto di Ibrahimovic e anzi, se arrivasse un’offerta “indecente”, allora il numero 8 nerazzurro sarebbe libero di andarsene. Ieri Mino Raiola, in esclusiva a calciomercato.it, non ha voluto parlare della situazione di mercato che riguarda il suo assistito, perchè sa bene che in questo momento ogni dichiarazione potrebbe rendere ancora più incrinato il rapporto tra Ibrahimovic e l’Inter. Il Barcellona, il Manchester Utd ed anche lo stesso City sono i club maggiormente indiziati per un eventuale acquisto del bomber svedese a fine stagione e ormai gli stessi tifosi nerazzurri si sono quasi rassegnati, bollando Ibrahimovic come un traditore: la sua partenza non lascerebbe dunque troppi cuori infranti. Per 100 milioni l’Inter non tratterrà nessuno, ma davvero in giro per l’Europa, con questa grave crisi economica mondiale, ci sono tutti questi club disposti a spendere così tanto e a garantire allo svedese l’ingaggio stratosferico che percepisce all’Inter?


Fonte: Calciomercato.it

Booking.com