Coppe Europa League Icardi e Vecchi in coro: «Veniamo puniti al minimo errore»

Icardi e Vecchi in coro: «Veniamo puniti al minimo errore»

Mauro IcardiHa segnato Mauro Icardi in casa del Southampton. Come spesso gli capita. Ma il suo gol non è bastato all’Inter per evitare la terza sconfitta in quattro gare nel Gruppo K. L’attaccante argentino, però, non molla: “Finché la matematica non ci condanna ce la giocheremo“.

L’esonero di Frank de Boer – “il suo fallimento è anche nostro”, spiega Icardi a fine gara – non ha portato la svolta sperata. Dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio, anche grazie a un rigore parato da Samir Handanovic, i Nerazzurri hanno subito due reti nella ripresa, la seconda un clamoroso autogol di Yuto Nagatomo.

C’è poco da dire – le parole di Icardi, è un momento in cui ci gira tutto male. Abbiamo giocato bene nel primo tempo, poi non so perché ogni volta che prendiamo gol viene giù il mondo e alla fine Yuto ha mandato dentro la palla in maniera sfortunata. Noi scendiamo in campo per fare bene e poi ci capitano questi episodi”.

Se sapessimo come ritrovarci lo faremmo subito – continua –. Serve una svolta da parte di tutti. Ora lavoriamo con Vecchi e vediamo che succede“.

Di certo l’ex tecnico della Primavera ha avuto poco tempo per cercare di raddrizzare la situazione. “Dal punto di vista psicologico abbiamo cercato di darci coraggio e abbiamo visto come i ragazzi sono scesi in campo – spiega il tecnico nerazzurro –. Purtroppo siamo calati un po’ nel secondo tempo – quando ci siamo fatti schiacciare – perdendo anche qualità di gioco”.

La ricetta? “Questa squadra è piena di qualità, bisogna solo riuscire a trasmettere un po’ di fiducia, altrimenti anche il minino errore ti condanna come è successo oggi. Bisogna uscire da questa negatività e fare gruppo per gestire meglio le gare”.

http://it.uefa.com/

Booking.com