Calcio Italiano Il Milan comincia bene. Varese ko

Il Milan comincia bene. Varese ko

368

Inzaghi firma la doppietta. Bene Dinho

– Guarda il Video –

 

InzaghiGrazie a una doppietta del solito, implacabile Filippo Inzaghi il Milan batte per 2-0 il Varese nella prima amichevole stagionale. Le reti di SuperPippo arrivano all’undicesimo del primo tempo, scatto sul filo del fuorigioco e destro in corsa, e dopo tre minuti della ripresa con un tap-in da pochissimi passi. Da sottolineare, infine, la buona prestazioni di Ronaldinho autore di alcune giocate molto interessanti. Soddisfatto il tecnico Leonardo.

 

LA PARTITA
Il nuovo Milan di Leonardo, alla prima uscita stagionale contro lo sparring partner Varese, orfano per la prima volta dopo 25 anni di Maldini, di Ancelotti e soprattutto di Kakà riparte dalla certezza Filippo Inzaghi. Insomma l’uomo del “passato” come miglior viatico per il futuro. In attesa di Luis Fabiano, del rilancio di Borriello e del ritorno dalle ferie di Pato il “giovane vecchio” Pippo resta sempre un piacevole sicurezza per tutti i tifosi rossoneri. Suo il primo gol della stagione 2009/2010, scatto sul filo del fuorigioco e destro chirurgico al minuto 11, sua la firma del raddoppio, tap-in vincente dopo uno slalom di Ronaldinho ad inizio ripresa.

Insomma i due pezzi migliori del repertorio di SuperPippo subito in vetrina, tanto per chiarire fin dal primo giorno le gerarchia in attacco. Se Inzaghi esalta, Ronaldinho convince solo a sprazzi. In stile “vecchi tempi a Barcellona” lo slalom con cui fa ammattire i difensori del Varese e propizia la rete del 2-0, da “vecchio Milan ancelottiano” la prestazione fisica del dentone. Leonardo gli aveva chiesto corsa e sacrifico, ma forse è ancora un po’ presto vista anche una forma fisica non propriamente esaltante. Il tecnico rossonero, però, può comunque sorridere per le prime indicazioni avute dall’amichevole contro il Varese. Nesta sembra essere recuperato dall’infortunio alla schiena e in coppia con Thiago Silva pare in grado di assicurare quella sicurezza e quella stabilità difensiva, più volte assenti nella scorsa stagione.

Il centrocampo, nella nuova variante tattica sperimentata con i due mediani bassi davanti alla difesa e il regista più alto, col Varese Seedorf, sembra essere una soluzione interessante in grado di dare stabilità sia in fase difensiva che in fase offensiva. La squadra, inoltre, è apparsa ordinata, ben disposta in campo e pare aver già assimilato i primi dettami tattici del tecnico brasiliano. Lo spirito di sacrifico e il gioco rapido e in velocità richiesti da Leo, fin dal giorno del raduno, si sono visti anche se ancora a sprazzi. Insomma tanti spunti interessanti e diversi motivi per cui sorridere. Certo la strada da percorrere è ancora molto, molto lunga, ma come si dice: “Chi ben comincia…”



Fonte: Sport Mediaset di Davide Cocconi

Booking.com