Calcio Italiano Serie A Il Napoli nel segno di Higuain: La Juve allo sbando, è crisi....

Il Napoli nel segno di Higuain: La Juve allo sbando, è crisi. Allegri in bilico

Gonzalo HiguainIl Napoli nel segno di Higuain: La Juve allo sbando, è crisi. Allegri in bilico.  La Juventus esce dal San Paolo con le ossa rotte, ancora una volta e incassa il terzo ko nelle prime sei giornate di campionato di Serie A.

Il Napoli nel segno di Higuain: La Juve allo sbando, è crisi. Allegri in bilico.  Doveva essere la grande notte del San Paolo e così è stato. Il Napoli concreto e cinico vince e convince riuscendo ad avere la meglio su una Juve allo sbando, in piena crisi. Il 2-1 imposto dagli azzurri rilancia le ambizioni della squadra di Maurizio Sarri. Il mattatore della serata è stato Gonzalo Higuain con l’assist del primo goal di Insigne e la seconda rete, con forza e di sinistro piega i guantoni a Gigi Buffon. Eppure la Juve era partita bene con una grande occasione capitata a Zaza su assist di Dybala, ma al 25’ è Insigne a portare in vantaggio il Napoli, con un uno-due con Higuain,  e di destro batte Buffon. La Juve di Max Allegri non accenna neanche ad una reazione ed è sempre il Napoli che crea pericoli verso la porta bianconera. ed al 61’ arriva il raddoppio: Higuain con forza recupera palla si incunea in area di rigore e lascia partire un sinistro che Buffon a malapena tocca e non gli resta che raccogliere la palla in fondo alla rete. E’ il 2-0 meritato degli uomini di Maurizio Sarri. La Juve è allo sbando ma questa volta, a differenza della prima rete,  reagisce e dopo appena due minuti è Lemina ad accorciare le distanze su un cross di Dybala proveniente dalla sinistra, dove Albiol e  Koulibaly fanno le statuette.

Il Napoli nel segno di Higuain. La vittoria netta del Napoli mette in luce ancora una volta i limiti attuali di questa nuova squadra. Max Allegri nei prossimi giorni finirà sulla graticola. E’ quanto scrive quest’oggi il quotidiano torinese Tuttosport che sottolinea come il club non abbia alcuna intenzione di aspettar fino a Natale per capire dove possa arrivare questa squadra. Vertici e dirigenti non hanno investito oltre 120 milioni in nuovi acquisti per ritrovarsi con 5 punti in sei partite. L’allarme era già scattato dopo il pareggio casalingo col Frosinone ed ora dopo la sconfitta col Napoli, risuona anche più forte. La gara col Siviglia non è l’ultima spiaggia, ma l’unico modo per placare le acque di burrasca è dare risposte sul piano del gioco e del risultato. Il Napoli sale a quota 9 in classifica, per la Juve altro risultato negativo in vista della partita di Champions League contro il Siviglia.

NAPOLI-JUVENTUS: 2-1. MARCATORI: 25′ Insigne (N) – 62′ Higuain (N) – 64′ Lemina (J)

NAPOLI (4-3-3) TITOLARI: Reina – Hysaj – Albiol – Koulibaly – Ghoulam – Allan – Jorginho – Hamsik (80′ David Lopez) – Callejon – Higuain (85′ Gabbiadini) – Insigne (39′ Mertens).

IN PANCHINA: Rafael – Gabriel – Strinic – Henrique – Chiriches – Maggio – Chalobah – Valdifiori – El Kaddouri – Gabbiadini. ALLENATORE: Maurizio Sarri.

JUVENTUS (4-3-1-2) TITOLARI: Buffon – Padoin (89′ Alex Sandro) – Bonucci – Chiellini – Evra – Pereyra – Lemina – Pogba – Hernanes (64′ Cuadrado) – Dybala (71′ Morata) – Zaza. IN PANCHINA: Neto – Audero – Barzagli – Rugani – Sturaro – Asamoah. ALLENATORE: Massimiliano Allegri.

ARBITRO: Orsato. ASSISTENTI: Giallatini – Passeri. IV° UOMO: De Luca, ARBITRI ADDIZIONALI: Rizzoli – Pinzani

AMMONITI: 50′ Ghoulam (N) – 51′ Bonucci (J) – 53′ Evra (J) – 55′ Callejon (N) – 87′ Padoin (J) – 93′ Morata (J).

 

Booking.com