Calcio Mercato Il Real può attendere, Maicon rimane

Il Real può attendere, Maicon rimane

324

Dopo Mourinho, anche Maicon dichiara di voler restare l’anno prossimo all’Inter, nonostante le molte voci che lo darebbero vicino al Real Madrid. E il brasiliano si spinge anche più in là, dichiarando il suo amore per il nostro campionato

 

MaiconSOSPIRI DI SOLLIEVO IN CASA NERAZZURRA – Dopo Mourinho, Maicon. Giorno di conferme e di sospiri di sollievo in casa inter, anche se si sa, nel maraviglioso circo del calciomercato ogni voce, e ogni apparente certezza, può essere facilmente smentita nel giro di poche ore.

Se il caso Ibrahimovic rimane assolutamente aperto, e se Mourinho parlando del suo futuro lascia un minimo spiraglio, sia pur quasi invisibile, alle sorprese (“rimarrò all’Inter al 99,9%”), Maicon invece sembra non avere alcun dubbio: “Resto all’Inter al 100%” ha infatti dichiarato il laterale brasiliano arrivando nell’albergo milanese in cui era in programma la cerimonia di consegna dei premi San Siro Gentleman.

QUELL’ASSENZA NEL GIORNO DELLA FESTA – Una conferma tanto più importante viste le voci che circolano da tempo, secondo cui Maicon sarebbe tra i primissimi nomi nella lista dei desideri di Florentino Perez, presidente in pectore del Real Madrid. Voci amplificate anche dall’assenza del giocatore durante i festeggiamenti nerazzurri per lo scudetto, che avevano fatto pensare a un raffreddamento nel rapporto tra il 28enne difensore nato a Criciuma e la società di Moratti.

UN AMORE CHIAMATO SERIE A – Tutte fandonie, stando alle parole di Maicon, che a differenza di molti colleghi non sembra subire il fascino di campionati come la Liga e la Premier League: “A me piace il campionato italiano. Qui sto bene, sono felice perché questa squadra mi ha permesso di dimostrare le mie qualità sia in Italia sia in Europa. E grazie all’Inter sono tornato in Nazionale”. Non c’è però solo riconoscenza, ma anche la convinzione di potersi togliere molte altre soddisfazioni con la maglia nerazzurra: “Spero che la squadra rimanga questa. Io però posso parlare solo per me, se un altro non è contento vada via, ma io sono contento perche questa Inter è vincente”. Tanto da poter puntare anche alla Champions? “Certo, può vincere anche la Champions League, magari cambiando qualcosina, perché non è una competizione affatto facile. Ma speriamo che l’anno prossimo…”

IN RICORDO DI MANCINI – Intanto però è arrivato un altro scudetto, ancora con l’apporto decisivo del brasiliano, almeno fino all’infortunio: “Abbiamo iniziato e finito bene ed è stato importante vincerlo ancora” ha detto Maicon, per poi aggiungere che “anche quella di Mancini era una grande squadra”.

Come a dire che se anche Mourinho, alla fine, dovesse fare un brutto scherzo, società e tifosi possono stare tranquilli, perchè ci sono tante certezze cui aggrapparsi per sognare nuovi trionfi. Tra queste, anche quella di poter contare ancora a lungo sul miglior terzino destro del mondo.


Fonte: Guido Guenci / Eurosport

Booking.com