Calcio Italiano Inter, Adriano assolto con la prova tv

Inter, Adriano assolto con la prova tv

578

adriano_spalla_dueDopo aver esaminato la prova tv il giudice sportivo Gianpaolo Tosel non ha adottato alcun provvedimento contro il brasiliano. All’attaccante è stato concesso il beneficio del dubbio sulla volontarietà del gesto

 

Il giudice sportivo Gianpaolo Tosel non ha adottato alcun provvedimento contro Adriano, esaminata la prova tv su richiesta del procuratore federale per il gol di avambraccio contro il Milan nel derby di domenica sera. Il giudice ha concesso in sostanza all’attaccante dell’Inter il beneficio del dubbio.

Secondo Tosel l’arbitro aveva convalidato il gol non avendo avuto «la certezza che il calciatore avesse colpito il pallone volontariamente con il braccio e non avendo avuto la percezione che lo stesso gesto fosse finalizzato a un comportamento antisportivo»: Rosetti aveva precisato questa sua posizione nel supplemento di rapporto inviato ieri al giudice.

Tosel ha aggiunto che la valutazione che gli compete riguarda solo la volontarietà del fallo di mano per punire l’eventuale condotta antisportiva e ha deciso di non prendere provvedimenti perchè «la certezza arbitrale circa la involontarietà del gesto può non essere condivisa ma, per converso, le immagini televisive non consentono di ritenere, nell’esclusione di ogni ragionevole dubbio, che il pallone fosse stato ‘volontariamente’ colpito per realizzare la rete, in considerazione della complessiva dinamica del movimento del corpo in elevazione e della non innaturale posizione del braccio al momento dell’impatto con il pallone, negli attimi immediatamente successivi all’iniziale deviazione di testa. E un dubbio, anche se residuale, è incompatibile con l’affermazione di responsabilità disciplinare per condotta gravemente antisportiva».


Fonte: Corriere dello Sport

Booking.com