Calcio Mercato Inter, Mourinho vuole mezza Udinese

Inter, Mourinho vuole mezza Udinese

329

Osservati Asamoah, Inler, D’Agostino e Quagliarella

 

QuagliarellaUn poker bianconero per l’Inter: Gaetano D’Agostino, Kwadwo Asamoah, Gokhan Inler e Fabio Quaglia­rella. Il club di corso Vittorio Emanuele li segue tutti e quattro da tempo e inta­volerà una trattativa con l’Udinese per portarne un paio a Milano. Mourinho ha apprezzato il loro valo­re nelle sfide contro i bian­coneri di Marino e ha chie­sto ai dirigenti di capire se esiste la possibilità di ac­quistarli. Il problema, per il dt Branca e il consulen­te di mercato Oriali, è che l’Udinese non svende. Anzi, per comprarli è necessario un investimento importante. Moratti, che domenica sarà a Verona per seguire la sua “creatura” contro il Chievo, ci sta pensando seriamente.

CENTROCAMPO – D’Agostino, Asamoah e Inler costituiscono la mediana dell’Udi­nese, elementi tutti dotati di caratteri­stiche diverse e bravissimi a combinar­si tra di loro. Quello che ultimamente ri­scuote i maggiori consensi è probabil­mente Asamoah. Lo Special One strave­de per lui sia per motivi anagrafici (ha 20 anni) sia per caratteristiche tecniche. Il ghanese, infatti, è bravissimo negli in­serimenti, è dotato di una notevole velocità e sta prendendo confidenza an­che con la porta avversa­ria. Nel match di ritorno a Udine ha più volte preso d’infilata il centrocampo nerazzurro. I Pozzo però non hanno intenzione di venderlo e anzi a breve lo acquisteranno intera­mente dal Bellinzona sborsando appena 700.000 euro. Anche un’offerta di 10 mi­lioni difficilmente scalfirebbe la resi­stenza bianconera. La Juventus l’ha fat­to seguire, ma anche in Inghilterra ha estimatori. D’Agostino, dei tre, è senza dubbio quello che ha più le caratteristi­che da regista: quest’anno si è imposto per la sua bravura nel calciare punizio­ni e rigori (8 gol al suo attivo), ma anche per l’ordine che trasmette alla squadra. Il fatto che possa essere inserito come italiano nella lista Champions è un ele­mento in più che “ ingolosisce” l’Inter, ma la valutazione dalla quale parte Poz­zo è piuttosto elevata (15 milioni), a dispetto di quanto lo aveva pagato (1,2 milioni dal Messina).


Fonte: Andrea Ramazzotti
Booking.com