Calcio Italiano Juve, con il Milan sarà seicento volte Del Piero

Juve, con il Milan sarà seicento volte Del Piero

372

Domenica sera il capitano bianconero taglierà un traguardo importante, nella settimana in cui è diventato papà per la seconda volta. Alex vuole festeggiare con un gol ai rossoneri
Del PieroIl futuro si chiama Diego Ribas De Cunha. Ma il presente, e forse non solo quello, è ancora tutto di Del Piero. Domenica sera, nella sfida contro il Milan che vale il secondo posto, il numero dieci taglia il traguardo delle 600 presenze con la Juventus. Un motivo in più per sperare che, dopo settimane di buio pesto, le candeline di questa torta speciale riaccendano la luce in casa bianconera. Per il capitano, del resto, la settimana è iniziata nel modo migliore con la nascita della secondogenita Dorotea. Un evento che questo monumento della juventinità – nessuno ha mai portato a braccetto così a lungo la vecchia Signora – vuole festeggiare a modo suo. Con un gol – lui che è pure il capocannoniere bianconero di tutti i tempi – come fece per il primogenito Tobias.

Era l’ottobre del 2007 e, a poche ore dal lieto evento, il capitano regalò alla sua Juventus un’importante vittoria contro il Genoa. Un destro sottoporta su cross di Nedved, che però domenica sera è assente per squalifica. E qualche minuto più tardi sfiorò pure il bis, con una punizione che si stampò sul palo. Il precedente, oltre che essere di buon auspicio, conferma una costante – o quasi – nella sua lunga e fortunata carriera. Sedici anni di Juventus in cui non ha mai fallito nelle occasioni che contano. E il “vero derby d’Italia”, come Lapo Elkann ha definito la sfida di domenica sera, è un’altra di queste.

La Juve ci arriva con il morale a pezzi, dopo il pari flop contro il Lecce e le polemiche a non finire che ne sono seguite. Solo l’acquisto di Diego, per il quale si aspetta solo l’annuncio ufficiale alla riapertura del mercato, ha allontanato gli sguardi dalla panchina di Ranieri – la cui posizione resta incerta, nonostante vanti ancora un anno di contratto – e da una classifica pericolosa in caso di nuova sconfitta.

Se il morale della Juve è sotto i tacchi, il fisico non sta molto meglio: all’infinito elenco degli infortuni di questa stagione si è aggiunto oggi quello di Cristian Molinaro. Un ematoma nella regione perirenale sinistra, conseguenza di una malformazione vascolare congenita, lo ha mandato ko. Per lui ricovero alla clinica Fornaca e stagione finita, con il rischio – se le cure non fossero sufficienti – di un intervento chirurgico e di uno stop tra i due e i quattro mesi. Non riesce dunque a svuotarsi l’infermeria bianconera, dalla quale escono Legrottaglie e Chiellini. Contro Kakà e compagni tornano così i centrali titolari, ma mancano ancora i vari Sissoko, Salihamidzic e Knezevic. E tra gli squalificati, oltre a Nedved, c’è pure Mellberg. Battere il Milan, dunque, non sarà facile. Ma Del Piero proverà lo stesso a festeggiare le 600 presenze nel migliore dei modi.

Fonte: Tutto Sport
Booking.com