Coppe Champions League Missione compita per la Juventus, plebiscito per Buffon

Missione compita per la Juventus, plebiscito per Buffon

370

Massimiliano Allegri nuovo allenatore della JuventusMassimiliano Allegri si prende tre punti contro il Lione che consentono alla Juventus di tenere il passo dei Siviglia. Un successo di misura per i bianconeri, rimasti aggrappati alla contesa grazie soprattutto alle parata di Gigi Buffon.

«L’importante era vincere»., ammette Allegri al termine della sfida in terra francese, «dopo tre gare abbiamo sette punti, stasera non abbiamo subito gol e dobbiamo dire grazie a Buffon. Nel primo tempo abbiamo corso poco in verticale, poi siamo rimasti in dieci e paradossalmente abbiamo giocato meglio. Non è stata una partita facile, vincere in trasferta non è mai semplice. Buffon ci ha salvati sul rigore, ma bisogna cercare di giocare meglio, essere più sereni, non aver fretta, quando trovi una squadra chiusa devi essere bravo ad aspettare, era già successo con l’Udinese quando abbiamo rischiato».

Ritorno da ex con una vittoria per Miralem Pjanić: «Il Lione ha giocato una grande partita, ma abbiamo lottato duramente anche quando siamo rimasti in dieci finchè non abbiamo segnato un gol che ci ha regalato tre punti importanti. Buffon c’è sempre, non ha alcun senso criticarlo per qualche errore. È sempre decisivo per noi in campo e nello spogliatoio: è il miglior portiere del mondo».

A decidere la sfida, infine, un acuto del colombiano Juan Cuadrado: «Sono estremamente contento per questo gol. Ho provato a dribblare il mio avversario e a tirare con la maggiore potenza possibile, la palla è andata dentro. È stato davvero difficile questa sera, ma abbiamo giocato una grande partita».

Booking.com