Mondiali Brasile 2014 La storia della Nazionale Italiana: Le 19 Edizioni Mondiali

La storia della Nazionale Italiana: Le 19 Edizioni Mondiali

La storia della Nazionale Italiana: Le 19 Edizioni MondialiLa storia della Nazionale Italiana: Le 19 Edizioni Mondiali. La Nazionale Italiana di Cesare Prandelli arriva al Mondiale in Brasile come vincitrice  del proprio girone di qualificazione, davanti a  Danimarca, Repubblica Ceca, Bulgaria, Armenia e Malta con due turni d’anticipo.

La storia della Nazionale Italiana: Le 19 Edizioni Mondiali. Nel Gruppo D gli azzurri dovranno vedersela con Inghilterra, Uruguay, e Costarica. Il debutto degli azzurri è in programma contro gli inglesi di Hodgson nella notte tra il 14-15 giugno ed il cammino non è stato tra i migliori con due pareggi contro l’Irlanda a Londra e Lussemburgo a Perugia e la vittoria brasiliana contro il Fluminense con evidenti lacune difensive, a differenza del reparto avanzato che ha rifilato cinque reti con la tripletta di Ciro Immobile ed la doppietta di Insigne.  E’ tradizione dell’Italia che da il meglio di sé nelle partite che contano e mal digeriscono le amichevoli, ininfluenti nel risultato, ma fondamentali per oliare meccanismi e perfezionare le intese tra i singoli.

La storia della Nazionale Italiana: Le 19 Edizioni Mondiali. Se è vero che gli azzurri danno il massimo nelle competizioni che contano, dobbiamo attenderci un grande mondiale come ha dichiarato Cesare Prandelli, ma noi siamo un pò perplessi  e riteniamo che  la rosa azzurra sia inferiore a parecchi club e non sia da titolo e  forse nemmeno da semifinale, ma nelle gare ad eliminazione diretta la squadra di Cesare Prandelli può giocarsela quasi con tutti e la eventuale vittoria del proprio girone, sarebbe già un successo e se la dovranno vedere agli ottavi contro la Grecia o il Giappone di Zaccheroni che non sono poi così irresistibili. Una fase che può essere superata e se così fosse, arriverebbe  il bello  con  la Spagna, campione del mondo e l’Argentina. Siamo andati con l’euforia un pò oltre, auguriamoci che l’esordio con l’Inghilterra sia positivo e poi  si vedrà.

La storia della Nazionale Italiana: Le 19 Edizioni Mondiali. Il C.T. Prandelli con la scelta dei 23 convocati, ha dato spazio a molte polemiche e mugugni degli addetti ai lavori: lasciando a casa sia Mattia Destro, che ha rifiutato di essere “riserva” e soprattutto Giuseppe Rossi.  L’ infortunio di Montolivo ha messo in difficoltà Prandelli inserendo nella lista Aquilani. L’assenza di Rossi, tutti gli italiani si sono sentiti traditi, ha fatto notizia e soptattutto come è stata gestita dal nostro C.T., che in conferenza stampa ha dichiarato che il Pepito già sapeva della sua esclusione.  In Brasile Cesare Prandelli ha fatto imbarcare sull’aereo solo cinque  attaccanti, due centravanti, Balotelli ed Immobile, più Candreva che può giocare nel tridente. Una lista molto prudente che la dice lunga,  con sette difensori e otto centrocampisti: le “giocate” di fino sono affidate a Pirlo, Verratti, Cerci ed Insigne.

Tutti gli italiani aspettano l’esordio contro l’Inghilterra e quale formazione Prandelli manderà in campo. La storia della Nazionale Italiana: Le 19 Edizioni Mondiali. Sicuramente sarà un’Italia con tanta corsa e quantità con un gioco palla a terra, molto movimento e con un solo tocco, massimo due, per mettere in difficoltà gli inglesi. L’offensiva certamente  partirà dai piedi di De Rossi che smisterà subito su uno dei due jolly liberi da marcatura che cercherà immediatamente la profondità per la punta o per i due incursori. Le ottime prove di Insigne e Immobile, nell’ultima amichevole contro il Fluminense,  danno a Prandelli ulteriori possibilità di scelta: è probabile che contro il Costarica vedremo i due con Cassano anche in ottica turnover.

IL GIRONE MONDIALE

Sabato 14-06,  ore 24:00: Inghilterra-Italia a Manaus,  Stadio “Arena Amazonia”;

Venerdì 20-06,  ore 18:00: Italia-Costa Rica a Recife, Stadio “Arena Pernambuco”;

Martedì 24-06,  ore 18:00: Italia-Uruguay a Natal, Stadio “Estadio das Dunas”

L’ELENCO DEI 23 CONVOCATI

Portieri: Buffon (Juventus) – Perin (Genoa) – Sirigu (Paris St. Germain);

Difensori: Abate (Milan) – Barzagli (Juventus) – Bonucci (Juventus) – Chiellini (Juventus) – Darmian (Torino) – De Sciglio (Milan) – Paletta (Parma);

Centrocampisti: Aquilani (Fiorentina) – Candreva (Lazio) – De Rossi (Roma) – Marchisio (Juventus) – Thiago Motta (Paris St. Germain) – Parolo (Parma) – Pirlo (Juventus) – Verratti (Paris St. Germain);

Attaccanti: Balotelli (Milan) – Cassano (Parma) – Cerci (Torino) – Immobile (Torino) – Insigne (Napoli).

NUMERI DI MAGLIA

1 Buffon Gianluigi (Juventus) – 2 De Sciglio Mattia (Milan) – 3 Chiellini Giorgio (Juventus) – 4 Darmian Matteo (Torino)

5 Thiago Motta (Paris Saint-Germain) – 6 Candreva Antonio (Lazio) – 7 Abate Ignazio (Milan) – 8 Marchisio Claudio (Juventus) – 9 Balotelli Mario Barwuah (Milan) – 10 Cassano Antonio (Parma) – 11 Cerci Alessio (Torino) – 12 Sirigu Salvatore (Paris Saint-Germain) – 13 Perin Mattia (Genoa) – 14 Aquilani Alberto (Fiorentina) – 15 Barzagli Andrea (Juventus) – 16 De Rossi Daniele (Roma) – 17 Immobile Ciro (Torino) – 18 Parolo Marco (Parma) – 19 Bonucci Leonardo (Juventus) – 20 Paletta Gabriel Alejandro (Parma) – 21 Pirlo Andrea (Juventus) – 22 Insigne Lorenzo (Napoli) – 23 Verratti Marco (Paris Saint-Germain).

Squadre di club rappresentate e numero di giocatori

Juventus (6) – Milan (3) – Paris Saint-Germain (3) – Parma (3) – Torino (3) – Fiorentina (1) – Genoa (1) – Lazio (1) – Napoli (1) – Roma (1).

Il più giovane è Mattia Perin, 21 anni,  il più vecchio è Gianluigi Buffon, 36 anni e 139 presenze. Il capocannoniere è De Rossi, 15 gol in 94 partite.  Balotelli, 12 reti in 29 presenze.  Thiago Motta e Paletta i cosiddetti “nuovi italiani”.

LE SCHEDE DEI 23 AZZURRI: Rosa: 23 – Età media: 27,9 – Valore rosa: 323 mln €

VALORE DELLE TOP 10 IN MLN €: Spagna  662 – Germania 562 – Brasile 467,5 – Francia 411,75 – Argentina 391,5 – Belgio 348 – Inghilterra 334 – Italia 323 – Portogallo 297,25 – Uruguay 217,63.

PORTIERI: Gianluigi Buffon, nato a Carrara il 28-1-78; 139 presenze in azzurro, 0 reti, 12093 minuti, 4 subentri, 12 sostituzioni. Bilancio: 67 vittorie, 45 pareggi, 27 sconfitte. Squadra: Juventus. 5 Mondiali

Salvatore Sirigu, nato a Nuoro, 12-1-87; 8 presenze, 0 reti, 604 minuti, 1 subentro, 1 sostituzione. Bilancio: 2 vittorie, 3 pareggi, 3 sconfitte. Squadra: Paris Saint Germain. 1 Mondiale

Mattia Perin, nato a Latina, 10-11-92. Squadra: Genoa. 1 Mondiale

DIFENSORI: Giorgio Chiellini, nato a  Pisa, 14-8-84; 67 presenze, 4 reti, 5509 minuti, 6 subentri, 6 sostituzioni. Bilancio: 32 vittorie, 23 pareggi, 12 sconfitte. Squadra: Juventus. 2 Mondiali

Andrea Barzagli,  nato a Fiesole (Firenze), 8-5-81; 47 presenze, 0 reti, 3628 minuti, 9 subentri, 5 sostituzioni. Bilancio: 21 vittorie, 17 pareggi, 9 sconfitte. Squadra: Juventus. 2 Mondiali

Leonardo Bonucci, nato a Viterbo, 1-5-87. 36 presenze, 2 reti, 2979 minuti, 5 subentri, 0 sostituzioni. Bilancio: 13 vittorie, 17 pareggi, 6 sconfitte. Squadra: Juventus. 2 Mondiali

Mattia De Sciglio, nato a Milano, 20-10-92. 10 presenze, 0 reti. 1740 minuti. Squadra: Milan. 1 Mondiale

Matteo Darmian,  nato a Legnano (Milano), 2-12-89; 1 presenza, 0 reti, 88 minuti, 0 subentri, 1 sostituzione. Bilancio: 0 vittorie, 1 pareggio, 0 sconfitte. Squadra: Torino. 1 Mondiale

Ignazio Abate, nato a Sant’Agata de’ Goti (Benevento), 12-11-87; 19 presenze, 1 rete, 1297 minuti, 5 subentri, 4 sostituzioni. Bilancio: 8 vittorie, 6 pareggi, 5 sconfitte . Squadra: Milan. 1 Mondiale

CENTROCAMPISTI: Andrea Pirlo, nato a Brescia, 19-5-79; 108 presenze, 13 reti. 8302 minuti, 11 subentri, 32 sostituzioni. Bilancio: 56 vittorie, 35 pareggi, 17 sconfitte. Squadra: Juventus. 3 Mondiali

Daniele De Rossi, nato a Roma, 24-7-83; 94 presenze, 15 reti, 6964 minuti, 13 subentri, 24 sostituzioni. Bilancio: 42 vittorie, 37 pareggi, 15 sconfitte. Squadra: Roma. 3 Mondiali

Claudio Marchisio, nato a Torino 19-1-86; 43 presenze, 2 reti, 3058 minuti, 8 subentri, 15 sostituzioni. Bilancio: 16 vittorie, 16 pareggi, 11 sconfitte. Squadra: Juventus. 2 Mondiali

Thiago Motta, nato a Sao Bernardo do Campo (San Paolo, Brasile) 28-8-82; 20 presenze, 1 rete, 1172 minuti, 5 subentri, 11 sostituzioni. Bilancio: 9 vittorie, 7 pareggi, 4 sconfitte. Squadra: Paris Saint Germain. 1 Mondiale

Marco Verratti, nato a  Manoppello (Pescara) 5-11-92; 5 presenze, 1 rete, 291 minuti, 2 subentri, 1 sostituzione. Bilancio: 0 vittorie, 2 pareggi, 3 sconfitte. Squadra: Paris Saint Germain. 1 Mondiale

Antonio Candreva, nato a Roma, 28-2-87; 19 presenze, 0 reti, 1195 minuti, 5 subentri, 7 sostituzioni. Bilancio: 6 vittorie, 9 pareggi, 4 sconfitte. Squadra: Lazio. 1 Mondiale

Alberto Aquilani, nato a Roma, 7-7-84; 34 presenze, 5 reti, 1624 minuti, 18 subentri, 12 sostituzioni. Bilancio: 15 vittorie, 13 pareggi, 6 sconfitte. Squadra: Fiorentina. 1 Mondiale

Marco Parolo, nato a Gallarate (Varese) 25-1-85; 3 presenze, 0 reti, 92 minuti, 3 subentri, 0 sostituzioni. Bilancio: 1 vittoria, 2 pareggi, 0 sconfitte. Squadra: Parma. 1 Mondiale

ATTACCANTI: Mario Balotelli, nato a Palermo, 12-8-90; 29 presenze, 12 reti, 1987 minuti, 7 subentri, 10 sostituzioni. Bilancio: 12 vittorie, 11 pareggi, 6 sconfitte. Squadra: Milan. 1 Mondiale

Antonio Cassano, nato a  Bari, 12-7-82. 36 presenze, 10 reti, 2346 minuti, 6 subentri, 24 sostituzioni. Bilancio: 17 vittorie, 13 pareggi, 6 sconfitte. Squadra: Parma. 1 Mondiale

Alessio Cerci, nato a  Velletri (Roma), 23-7-87; 11 presenze, 0 reti, 335 minuti, 9 subentri, 2 sostituzioni. Bilancio: 3 vittorie, 6 pareggi, 2 sconfitte. Squadra: Torino. 1 Mondiale

Ciro Immobile, nato a  Torre Annunziata (Napoli) 20-2-90; 2 presenze, 0 reti, 78 minuti, 1 subentro, 1 sostituzione. Bilancio: 0 vittorie, 1 pareggio, 1 sconfitta. Squadra: Torino. 1 Mondiale

Lorenzo Insigne, nato a Napoli, 4-6-91. 4 presenze, 1 rete, 244 minuti, 2 subentri, 1 sostituzione. Bilancio: 2 vittorie, 1 pareggio, 1 sconfitta. Squadra: Napoli. 1 Mondiale.

IL COMMISSARIO TECNICO: Cesare Prandelli nato a Orzinuovi (Bergamo) 19-8-57. In carica dal 1 luglio 2010 (scadenza contratto il 30 giugno 2016).

Totale Ufficiali : Partite: 53 – Vittorie: 22 (41,51%) – Pareggi: 20 (37,74%) – Sconfitte: 11 (20,75%) – Gol Fatti: 79 (media 1,491) – Gol Subiti: 55 (media 1,038)

Totali  Amichevoli: Partite: 22 – Vittorie: 4 (18,18%) – Pareggi: 9 (40,91%) – Sconfitte: 9 (40,91%) – Gol Fatti: 24 (media 1,091) – Gol Subiti: 27 (media 1,227).

STATISTICHE:

La storia della Nazionale Italiana. Nelle 19 edizioni fin qui disputate, solo nel 1958 la Nazionale italiana non riuscì a qualificarsi per la fase finale del torneo. Nel 1930 in Uruguay, i dirigenti dell’Italia decisero di non prendere parte alla competizione. Il bilancio complessivo è senza dubbio positivo. L’Italia ha vinto quattro volte il titolo di Campione del Mondo: nel  1934, 1938, 1982 e 2006, due volte al secondo posto, nel 1970 e 1994, una volta al terzo posto  Italia 1990 e un quarto posto nel 1978.  6 volte fuori al primo turno, una agli ottavi e due ai quarti.

La storia della Nazionale Italiana. IL QUADRO COMPLETO DELLE 19 EDIZIONI MONDIALI:

1930-Uruguay:  Italia non invitata.

1934-Italia: Italia campione del Mondo. Battuta in finale la Cecoslovacchia per 2-1 con reti di Orsi e Schiavio.

1938-Francia: Italia campione del Mondo. Sconfitta in finale l’Ungheria per 4-2 grazie alle doppiette di Colaussi e Piola.

1950-Brasile: Italia eliminata nella fase a gironi.

1954-Svizzera: Italia eliminata dalla Svizzera (4-1) nello spareggio della fase a gironi.

1958-Svezia: Sedici squadre ammesse alla fase finale. Italia non qualificata nei gironi europei.

1962-Cile: Italia eliminata nella fase a gironi.

1966-Inghilterra: Italia eliminata nella fase a gironi.

1970-Messico: Italia sconfitta in finale dal Brasile per 4-1. Rere di Roberto Boninsegna.

1974-Germania Ovest: Italia eliminata nella prima fase a gironi.

1978-Argentina: Italia battuta dal Brasile (2-1) nella finalina per il 3° posto. Rete di Causio.

1982-Spagna: Italia campione del mondo per la terza volta. Sconfitta in finale la Germania Ovest per 3-1 con reti azzurre di Rossi, Tardelli e Altobelli.

1986-Messico: Italia eliminata negli ottavi di finale dalla Francia (0-2).

1990-Italia: Italia battuta in semifinale ai calci di rigore dall’Argentina (3-4). Nella partita valida per il 3° posto, gli azzurri superano l’Inghilterra per 2-1 con reti di Roberto Baggio e Salvatore Schillaci.

1994-Stati Uniti: Italia sconfitta in finale dal Brasile ai calci di rigore (2-3). I tempi supplementari si erano chiusi con il risultato di 0-0. Dal dischetto, fanno bene per gli azzurri Albertini ed Evani. Sbagliano invece Baresi, Massaro e Roberto Baggio.

1998-Francia: Italia battuta nei quarti di finale ai calci di rigore dalla Francia (3-4). I tempi supplementari si erano chiusi sul risultato di 0-0.

2002-Corea del Sud e Giappone: Italia eliminata negli ottavi di finale ai tempi supplementari dalla Corea del Sud. L’unica rete azzurra, quella del vantaggio, porta la firma di Christian Vieri.

2006-Germania: Italia campione del mondo per la quarta volta. Sconfitta in finale la Francia ai calci di rigore (5-3). Decisivo per i transalpini, l’errore dal dischetto di David Trezeguet.

2010-Sudafrica: Italia eliminata nella fase a gironi.

 

La storia della Nazionale Italiana. IL PALMARES AZZURRO

4 CAMPIONATI MONDIALI: 1934 – 1938 – 1982 – 2006;

1 CAMPIONATO EUROPEO: 1968;

3 MEDAGLIE OLIMPICHE: 1936 -Oro, 1928 -Bronzo, 2004 Bronzo con la Nazionale Olimpica;

2 COPPE INTERNAZIONALI: 1930 – 1935.

 

La storia della Nazionale Italiana. PRESENZE DEGLI AZZURRI: TOP 10

Presenze: 140 Buffon G. – 136 Cannavaro – 126 Maldini P. – 112 Zoff – 109 Pirlo – 98 Zambrotta – 95 De Rossi – 94 Facchetti – 91 Del Piero – 81 Baresi F. –

Marcatori: 35 Riva – 33 Meazza – 30 Piola – 27 Baggio R. – 27 Del Piero – 25 Altobelli – 25 Baloncieri – 25 Inzaghi F. – 23 Graziani – 23 Vieri C.

La storia della Nazionale Italiana. TOTALE PARTITE UFFICIALI ITALIA: Giocate  758  –  Vittorie: 400 (52,77%)  –  Pareggi: 208 (27,44%)  – Sconfitte: 150 (19,79%) – Gol Fatti: 1.323 (media 1,745) – Gol Subiti: 765 (media 1,009)

Amichevoli: Giocate, 373 – Vittorie,  181  –  Pareggi,  108  –  Sconfitte,  84  –  Gol fatti,  625  –  Gol subiti, 418.

Mondiali: Giocate,  80  –  Vittorie,  44  –  Pareggi,  21  –  Sconfitte,  15  –  Gol fatti,  126  –  Gol subiti, 74.

Europei:  Giocate,  33  –  Vittorie,  13  –  Pareggi,  15  –  Sconfitte,  5  –  Gol fatti,  33  –  Gol subiti,  25.

La storia della Nazionale Italiana. TUTTE LE FINALI MONDIALI:

Campionati Mondiali 1934Finale: Roma – Stadio Nazionale del P.N.F. – domenica 10 giugno 1934

ITALIA-CECOSLOVACCHIA 2-1 – Dopo i tempi supplementari: MARCATORI: Puc 71′ – Orsi 81′ –  Schiavio 95′.

ITALIA: Combi – Monzeglio – Allemandi – Ferraris A. – Monti L. – Bertolini – Guaita – Meazza – Schiavio – Ferrari G. – Orsi.  C.T.:  Vittorio  Pozzo.

CECOSLOVACCHIA: Planicka – Zenisek – Ctyroky – Kostalek – Cambal – Krcil – Junek – Svoboda – Sobotka – Nejedly – Puc.  C.T.:  Karel Petru.

ARBITRO: Eklind (Svezia).  L’Italia è Campione del Mondo per la prima volta

Campionati Mondiali 1938 – Finale – Colombes (Parigi), campo neutro – Stade de Colombes – domenica 19 giugno 1938

ITALIA-UNGHERIA 4-2: MARCATORI: Colausig 5′ – Titkos 7′ – Piola 16′ – Colausig 35′ – Sarosi I 70′ – Piola 82′

ITALIA: Olivieri – Foni – Rava – Serantoni – Andreolo – Locatelli U. – Biavati – Meazza – Piola – Ferrari G. – Colausig.  C. T.:  Vittorio Pozzo

UNGHERIA: Szabo – Polgar – Biro – Szalay – Szücs G. – Lazar – Sas – Vincze – Sarosi I – Zsengeller – Titkos. D.T.: Károly Dietz.

ARBITRO: Capdeville (Francia)  –  L’Italia è per la seconda volta Campione del Mondo

Campionati Mondiali 1970 – Finale: Città del Messico, campo neutro – Stadio Azteca. domenica 21 giugno 1970

BRASILE-ITALIA 4-1: MARCATORI: Pelè 18ì – Boninsegna 37′ – Gerson 66′ –  Jairzinho 71′ – Carlos Alberto 86′.

BRASILE: Felix – Carlos Alberto – Everaldo – Clodoaldo – Piazza – Brito – Jairzinho – Gerson – Tostao – Pelé – Rivelino. C.T.:  Mário Jorge Lobo Zagalo.

ITALIA: Albertosi – Burgnich – Facchetti – Bertini (Juliano 74′) – Rosato – Cera – Domenghini – Mazzola A. – Boninsegna (Rivera 84′) – De Sisti – Riva.  C.T.:   Ferruccio Valcareggi.

ARBITRO: Glöckner (Germania Est). Perso il 1° Campionato del Mondo.

Campionati Mondiali 1982 – Finale: Madrid, campo neutro – Stadio Santiago Bernabeu. domenica 11 luglio 1982

ITALIA-GERMANIA OVEST 3-1: MARCATORI: Rossi P. 56′ – Tardelli 69′ –  Altobelli 80′ – Breitner 83′.

ITALIA: Zoff – Bergomi – Cabrini – Gentile – Collovati – Scirea – Conti B. – Tardelli – Rossi P. – Oriali – Graziani (Altobelli 7′ – Causio 89′). C.T.:  Enzo Bearzot.

GERMANIA OVEST: Schumacher – Förster B. – Briegel – Kaltz – Förster K.H. – Stielike – Littbarski – Dremmler (Hrubesch 62′) – Fischer – Breitner – Rummenigge (Müller 70′).  C.T.:  Jupp Derwall.

ARBITRO: Coelho (Brasile).

RIGORI FALLITI: Cabrini 24′ (Italia)  L’Italia è per la terza volta Campione del Mondo

Campionati Mondiali 1994 – Finale: Pasadena (Los Angeles), campo neutro.  Stadio Rose Bowl. domenica 17 luglio 1994

BRASILE-ITALIA 0-0 – Dopo i calci di rigore (3-2)

BRASILE: Taffarel – Jorginho (Cafu 20′) – Branco – Mauro Silva – Aldair – Marcio Santos – Mazinho – Dunga – Romario – Zinho (Viola 106′) – Bebeto.  C.T.:  Carlos Alberto Parreira.

ITALIA: Pagliuca, Mussi (Apolloni 34′) – Benarrivo – Albertini – Maldini P. – Baresi F. – Donadoni – Baggio D. (Evani 95′) – Massaro – Baggio R. – Berti – C.T.:   Arrigo Sacchi.

ARBITRO: Puhl (Ungheria).  Perso 2° Mondiale. Sequenza calci di rigore: Baresi F. (alto) – Marcio Santos (parato) – Albertini (gol) – Romario (gol) – Evani (gol) – Branco (gol) – Massaro (parato) – Dunga (gol) – Baggio R. (alto).

Campionati Mondiali 2006 – Finale: Berlino, campo neutro – Olympiastadion. domenica 9 luglio 2006

ITALIA-FRANCIA 1-1 – Dopo i calci di rigore (5-3): MARCATORI: Zidane rigore 7′ – Materazzi 19′.

ITALIA: Buffon – Zambrotta – Cannavaro – Materazzi – Grosso – Camoranesi (Del Piero 86′) – Gattuso – Pirlo – Perrotta (Iaquinta 61′) – Totti (De Rossi 61′) – Toni.  C.T.:  Marcello Lippi.

FRANCIA: Barthez – Sagnol – Thuram – Gallas – Abidal – Vieira (Diarra 56′) – Makelele – Ribery (Trezeguet 100′) – Zidane – Malouda – Henry (Wiltord 107′). C.T.:  Raymond Domenech.

ARBITRO: Elizondo (Argentina).

ESPULSIONI: Zidane 110′ (Francia). L’Italia è Campione del Mondo per la quarta volta. Sequenza calci di rigore: Pirlo (gol) – Wiltord (gol) – Materazzi (gol) – Trezeguet (traversa) – De Rossi (gol) – Abidal (gol) – Del Piero (gol) – Sagnol (gol) – Grosso (gol).

Booking.com