Calcio Italiano L’addio della Juventus a Susanna Agnelli

L’addio della Juventus a Susanna Agnelli

342

Susanna AgnelliLa squadra bianconera si unisce al cordoglio per la scomparsa della sorella dell’Avvocato. Susanna Agnelli, 87 anni, terza dei sette figli di Edoardo, patron della Fiat, e sorella di Gianni e Umberto Agnelli, è morta nel tardo pomeriggio di ieri al Policlinico Gemelli di Roma a seguito di complicazioni dopo un intervento chirurgico per la rottura di un femore.
Sorella prediletta dell’Avvocato, grande tifosa juventina, Suni, come era chiamata affettuosamente dalla famiglia, ricoprì numerose cariche istituzionali. Sindaco del comune di Monte Argentario, in provincia di Grosseto per dieci anni, fu la prima donna a ricoprire la carica di Ministro degli Affari Esteri nel 1995 sotto il governo Dini, senza mai dimenticare l’impegno sociale. Dal 1992 fu presidente del Comitato Telethon per la ricerca sulle malattie genetiche, unico membro italiano all’ONU nella Commissione Internazionale per i Diritti Umanitari e nella Commissione Mondiale sull’Ambiente e lo Sviluppo e presidente del WWF negli anni Settanta. Una vita spesa nell’impegno civile e sociale, dedicando grande spazio anche alla scrittura. Nel 1975 diede alle stanpe “Vestivamo alla marinara”, best seller in cui raccontò la vita della famiglia più importante d’Italia. “Don’t forget you are an Agnelli”, ricordati che sei una Agnelli, era il monito dell’istruttrice inglese della sua infanzia, come scrive nel libro.
Grande cordoglio è stato espresso da esponenti politici e dalla sua Juventus che l’ha ricordata sul sito. I funerali si terranno lunedì a mezzogiorno nel convento dei frati Passionisti nella sua Monte Argentario in forma strettamente privata.


Fonte: R. Datasport, DTS

 

Booking.com