Calcio Italiano Serie A Gli anticipi: Lazio e Napoli calano il tris casalingo

Gli anticipi: Lazio e Napoli calano il tris casalingo

546

napoli e lazio

LAZIO-PESCARA 3-0

La Lazio chiude la pratica Pescara con tre gol nel giro di 9′ nel secondo tempo, dal 67′ al 76′. Un risultato che lascia però l’amaro in bocca agli abruzzesi che nel primo tempo, sullo 0-0, avevano sprecato malamente un rigore con Memushaj. Le reti, tutte di bella fattura, portano la firma di Milinkovic-Savic al 67′ (colpo di testa su cross di Anderson), di Radu al 72′ (altro colpo di testa su angolo di Cataldi) e di Immobile che chiude il match al 76′ finalizzando una discesa di Keita dopo che già nel primo tempo aveva sfiorato la rete colpendo il palo. La Lazio con il primo successo stagionale all’Olimpico sale a 7 punti e ritrova un Keita in forma smagliante, il Pescara si deve accontentare dei complimenti come nella precedente partita contro l’Inter, ma resta ancora a mani vuote pagando l’impatto col massimo campionato, dove ogni errore viene pagato a caro prezzo.

NAPOLI-BOLOGNA 3-1

Il Napoli supera il Bologna 3-1 e si porta in testa alla classifica della Serie A TIM, in attesa delle partite di oggi di Roma e Juventus. Sarri parte con Gabbiadini titolare, ma l’attaccante vive una serata no e per il successo dei partenopei risulta determinante il suo avvicendamento con Milik, protagonista dell’incontro con una doppietta.

Il primo tentativo del match è di Dzemaili che costringe Reina alla difficile deviazione in angolo dopo pochi minuti. La partita si sblocca al 14′ con la rete su colpo di testa del solito Callejon, al quinto centro stagionale e capocannoniere del campionato.  Per tutto il primo tempo il Napoli controlla la gara cercando il raddoppio, mentre il Bologna, dopo la conclusione iniziale, fatica ad arrivare al tiro dalle parti di Reina. Nel secondo tempo cambia l’andamento della partita, i felsinei si riversano con più frequenza nella metà campo avversaria e al 56′ Verdi, con un tiro da fuori area deviato leggermente, beffa Reina. Ci mette però pochi minuti Sarri a dare la scossa ai suoi, con l’innesto di Milik che in 6′ riporta avanti i compagni con un preciso inserimento verticale a prendere il tempo a Da Costa, su lancio calibrato di Hamsik. Al 78′ il centravanti firma la doppietta con un violento sinistro a fil di palo dal limite dell’area, chiudendo di fatto la gara. Poco dopo Krafth rimedia il rosso per un intervento da ultimo uomo e per il Bologna la rimonta diventa impossibile.

E’ partito Higuain, ma il Napoli sembra aver già risolto il problema di come sostituirlo nel tabellino marcatori, con Callejon già a 5 e Milik subito dietro a 4, e intanto guarda tutti dall’alto in basso.

Fonte: http://www.legaseriea.it/

Booking.com