Calcio Estero Le cinque condizioni di Mou per allenare il Real

Le cinque condizioni di Mou per allenare il Real

405

MourinhoCinque condizioni per allenare il Real Madrid. Il quotidiano sportivo spagnolo As, nonostante le parole rassicurati espresse ieri da Josè Mourinho, rilancia la candidatura dello Special One sulla panchina delle Merengues, ma aggiunge qualche dettaglio per lo meno curioso nella trattativa. Il tecnico portoghese, infatti, avrebbe dato mandato al suo agente, Jorge Mendes, di comunicare al prossimo presidente del Real, che quasi sicuramente sarà Fiorentino Perez, le cinque condizioni imprescindibili perché Mou accetti l’incarico.

Questioni economiche e tecniche. Mourinho vorrebbe avere la completa gestione della squadra e avere un rapporto diretto con il presidente che verrà informato su ogni aspetto dallo stesso tecnico. Nella sua nuova avventura, lo Special One, vuole essere assistito dai suoi fedelissimi Rui Felipe da Cunha, come preparatore atletico; Silvino de Almeida, preparatore dei portieri e André Vilas-Boas come vice. La rosa dovrà essere composta da massimo 23 giocatori: due portieri, 22 di movimento e un ultimo elemento prelevato dalla Primavera. Ogni acquisto e ogni cessione dovrà essere eseguita dopo sua approvazione. Infine l’ingaggio: Mourinho sogna il Real ma non è disposto a fare sconti. Il portoghese vuole guadagnare almeno la stessa cifra che percepisce a Milano (nove milioni di euro), ma se un giocatore guadagnasse più di lui pretenderà un aumento. Quest’ultima clausola, curiosamente, era inserita anche nel contratto di Fabio Capello.


Fonte: F. Manara, DTS

Booking.com