Calcio Italiano Le tre della Champions, Juve, Napoli, Milan: Figuracce d’agosto. C’è già un...

Le tre della Champions, Juve, Napoli, Milan: Figuracce d’agosto. C’è già un caso Tevez

747

Champions LeagueE’ ancora calcio d’estate ma i segnali che arrivano lontano dall’Italia non sono confortanti per i nostri club in chiave Europa. Le sconfitte pesanti del Milan contro il Manchester City a Monaco di Baviera, della Juve in America contro i modestissimi avversari dei Los Angeles Galaxy e del Napoli a Londra contro il Porto, fanno suonare un campanello d’allarme a pochi giorni dall’avvio della nuova stagione in Champions League. Da tre anni i club italiani non conquistano una semifinale nel torneo continentale più ambito e i segnali che arrivano fanno sì che il pericolo di una nuova stagione deludente esista nonostante qualche colpo di mercato stellare di Napoli e Juventus. E’ prematuro fare bilanci adesso visto che molti giocatori sono ancora con le gambe pesanti, ma se il problema è la dura preparazione atletica è legittimo pensare ad un pronto riscatto delle tre squadre. Il Milan però è ancora un cantiere aperto e i cinque gol in 39’ minuti subiti dal Manchester City nell’Audi Cup devono far capire a Galliani che la squadra di Allegri va completata con innesti di valore e soprattutto in tempi assai rapidi visto che tra 15 giorni si disputerà il playoff di Champions. La Juventus invece sta avendo difficoltà ad andare in rete. I nuovi arrivati non hanno timbrato il cartellino ancora dopo aver giocato spezzoni di gare amichevoli. Non è ancora un problema ma potrebbe diventarlo presto se Tevez e Llorente dovessero continuare ad avere le polveri bagnate. Ma per Conte il problema potrebbe essere diverso. “Dobbiamo avere più fame – ha detto il tecnico – Buffon aveva fatto una dichiarazione importante dicendo che ha paura di un possibile appagamento dopo i due campionati vinti e basta vedere i gol presi oggi per rendersi conto che il pericolo c’è. Bisogna aumentare la concentrazione, essere bravi sul campo e non accontentarci di sentirselo dire. Da quando abbiamo iniziato non abbiamo mai vinto una partita, è ora di cambiare musica».  Il Napoli invece deve ancora metabolizzare i dettami tattici del nuovo allenatore. Benitez ha bisogno di tempo e anche di un difensore (sono tanti 5 gol presi in 180’ a Londra) e di una punta che aiuti Higuain. Il Napoli ha perso Cavani, non uno qualsiasi e il Pipita da solo non puo’ compensare la montagna di reti che realizzava l’uruguaiano.

Dopo la sconfitta contro i Los Angeles Galaxy, Conte striglia la Juve: “Svegliati o ti bastono. Così non va, se ti monti la testa prendi schiaffoni”.

Intanto il Corriere dello Sport scrive che in casa bianconera c’è già un caso Tevez: l’attaccante argentino non è ancora al top e sta incontrando difficoltà con i nuovi metodi di allenamento imposti da Conte.

Booking.com