Calcio Italiano Lega Pro, Il Carpi beffa e il Lecce e va in Serie...

Lega Pro, Il Carpi beffa e il Lecce e va in Serie B: Tutti i risultati play-off e play-out

519

CARPI IN B, RIVOLTA E SCONTRI A LECCE – A braccetto con il Latina, in serie B arriva il Carpi: al “Via del Mare” Bogliacino pareggia subito i conti dopo il ko dell’andata, la partita si mantiene sul filo dell’equilibrio fino alla mezz’ora della ripresa, quando il gol di Kabine, già a segno all’andata, cambia tutto e costringe il Lecce al disperato assalto finale che non porta però a nulla.

legaproAnche per il Carpi parteciperà per la prima volta alla serie cadetta. Invasione di campo dei tifosi del Lecce al termine della sfida contro il Carpi. I giallorossi non sono riusciti a centrare la promozione in Serie B e a fine partita e’ esplosa la rabbia degli ultras salentini che sono entrati in campo, dirigendosi minacciosamente verso gli spogliatoi per poi tornare verso la propria curva. Grande tensione allo stadio “Via del Mare, mentre è grande festa per gli emiliani che hanno conquistato una storica promozione in B. Deluso il presidente del Lecce. “Io ho fatto il massimo, ho dato tutto e da questo punto di vista sono sereno. La mia famiglia – ha spiegato Tesoro ai microfoni di RaiSport -, resta qui, poi se c’è qualcuno che si fa avanti vedremo, ma noi vogliamo andare avanti. Mi dispiace per i tifosi, le scene del dopo-partita non sono edificanti, ma hanno subito tante angherie durante questi mesi”.

GLI ALTRI VERDETTILa Prima divisione abbraccia L’Aquila e Venezia, al termine di due gare dai presupposti completamente diversi. Se gli abruzzesi, che rientrano nella terza serie professionistica dopo 10 anni, avevano già portato la serie dalla propria parte dopo il successo dell’andata a Teramo, la promozione del Venezia ai danni del Monza (0-0 sette giorni fa) è arrivata al cardiopalma al termine di una partita ricca di colpi di scena. Andiamo con ordine. L’Aquila vince il derby al “Fattori” con il Teramo per 2-1 e stacca il biglietto per la vecchia serie C (come avevano già fatto nella regular season Salernitana e Pontedera) grazie ai gol di Carcione e Iannini. Colpi di scena a ripetizione a Portogruaro (vista l’inagibilità del “Penzo”): al “Mecchia”, il Monza tiene in pugno la promozione dopo lo 0-0 del “Brianteo” di domenica scorsa, portandosi per due volte in vantaggio con Finotto e Gasbarroni. Ci pensa Bocalon (doppietta) a centrare prima l’1-1, poi il 2-2 all’87’. Quando i supplementari sembrano inevitabili, arriva il sigillo di D’Apollonia che spedisce il Venezia in Paradiso e il Monza all’Inferno. Infine, il Rimini resta in Seconda divisione, mentre il Gavorrano retrocede in serie D: questo il verdetto della finale di ritorno dei play-out, in gran parte già decisa sette giorni fa grazie al successo dei romagnoli per 3-0 in trasferta. Nuovo successo per il Rimini questo pomeriggio: 2-1 con i gol di Brighi e Morga, nulla da fare per la formazione allenata da Corrado Orrico (inutile il gol di Nocciolini) che retrocede quindi tra i dilettanti.

Booking.com