Mondiali Brasile 2014 “Mafia incredibile”: Maradona contro la FIFA per la squalifica di Suarez

“Mafia incredibile”: Maradona contro la FIFA per la squalifica di Suarez

1036

"Mafia incredibile": Maradona contro la FIFA per la squalifica di Suarez“Mafia incredibile”: Maradona contro la FIFA per la squalifica di Suarez. Diego Armando Maradona come sempre non le manda a dire e si schiera dalla parte del  “Pistolero” dell’Uruguai per la maxi squalifica dopo il morso a Chiellini.

“Mafia incredibile”: Maradona contro la FIFA per la squalifica di Suarez. Luis Suarez è stato punito severamente dalla FIFA per il morso a Chiellini con 9 gare internazionali più 4 mesi d’interdizione da ogni competizione sportiva, oltre a una multa di 100.000 mila franchi svizzeri, ha ottenuto la solidarietà del Pibe de Oro. Quest’ultimo non ha perso occasione per attaccare il massimo organo calcistico internazionale e nella sua trasmissione di approfondimento sui Mondiali in Brasile, “De Zurdà”, ha commentato i provvedimenti legati alla vicenda Suarez-Chiellini con parole al vetriolo. “È una sanzione ingiusta, una cosa di mafia incredibile. Perché non mandare Suarez a Guantanamo? Chi ha ucciso? Questo è il calcio”. Suarez che è stato costretto a lasciare in lacrime il ritiro dell’Uruguay dovrà anche rinunciare a sponsorizzazioni per un milione di euro con un danno d’immagine enorme. Una situazione che Maradona, minimizzando il morso di Suarez a Chiellini, definisce vergognosa soprattutto perché priva gli spettatori a suo giudizio dello spettacolo di vedere in campo uno dei giocatori più forti del Mondo:  “E’ vergognoso.  Nella Fifa c’è gente che pensa sempre meno e che vuole uno spettacolo sempre più imbarazzante. Di certo l’Uruguay ha perso una grande figura e noi perdiamo la possibilità di vedere Suarez”.

“Mafia incredibile”: Maradona contro la FIFA per la squalifica di Suarez. Tutto l’Uruguay si è stretto intorno a Suarez prendendo le difese del giocatore e giudicando eccessiva la squalifica per il morso a Chiellini. Il presidente della nazione sudamericana Mujica recatosi all’aeroporto di Carrasco per provare ad accogliere personalmente Suarez, ha riservato, come Maradona, parole pesanti alla Fifa: “Alla Fifa non costa molto essere dura con l’Uruguay perché si tratta di una piccola nazione. E’un atto di aggressione ai giovani del popolo uruguaiano”.

“Mafia incredibile”: Maradona contro la FIFA per la squalifica di Suarez. La ministra del Turismo e dello Sport uruguayana Liliam Kechichian, intanto, ha definito la sanzione sproporzionata dicendosi “preoccupata per come si potrà aiutare Suarez come persona”.

“Mafia incredibile”: Maradona contro la FIFA per la squalifica di Suarez. Dopo che la sua foto ha fatto il giro del mondo, mostrando la sua spalla sinistra, fuori dalla maglia,  con le tracce dei denti,  proprio col preciso intento di far valere la prova tv e di far stangare il bomer dell’Uruguay, ora Giorgio Chiellini, a bocce ferme, ha parlato sul proprio profilo ufficiale di Facebook, della squalifica comminata a Suarez dopo il morso subito : “Dentro di me ora non ci sono sentimenti di gioia, di vendetta o di rabbia contro Suarez per un incidente che è accaduto in campo ed è finito lì. Rimangono solo la rabbia e delusione per la partita persa. Al momento il mio unico pensiero è per Luis e la sua famiglia, perché si troveranno ad affrontare un periodo molto difficile. Ho sempre considerato inequivocabili gli interventi disciplinari da parte degli organi competenti, ma allo stesso tempo credo che la formula proposta sia eccessiva. Spero sinceramente che gli sarà consentito, almeno, di stare vicino ai suoi compagni di squadra durante le partite perché tale divieto è davvero alienante per un giocatore”. “Mafia incredibile”: Maradona contro la FIFA per la squalifica di Suarez. A posteriori è molto facile e semplice dire che dispiace molto, ma l’unica cosa da fare era di prendersi il morso e di non fare tanta sceneggiata, perchè anche Chiellini di botte, gomitate e calcioni è il maestro. Il calcio è questo, di botte se ne prendono tante e se ne danno anche tante che alla fine si compensano sempre.

Booking.com