Calcio Italiano Milan, 1-0 da annullare. Su Gilardino era rigore

Milan, 1-0 da annullare. Su Gilardino era rigore

557

Inzaghi spinge Lopez che stava servendo Marchetti. Yepes travolge Gila in area. Pandev, annullato gol buono

 

Diversi errori ieri nella giornata degli arbitri di Collina.

inzaghiSACCANI (Milan-Cagliari 1-0)
Conti-Flamini, il dubbio resta
Non riesce a riemergere Saccani, ci si sono messi anche i guardalinee, che hanno ferma­to Cossu (assistente Nicoletti) e Acquafresca (assistente Romagnoli) per fuorigioco inesi­stenti (e non per centimetri). Sfugge un gesto di reazione di Inzaghi (manata da prova tv?) dopo 38” a Lopez. Manca un cartellino giallo per Favalli, che entra duro su Matheu. Inza­ghi in off side su lancio di Seedorf: ok annul­lare. Il Milan protesta: intervento di Conti su Flamini in area, le immagini, però, non sono probanti, la telecamera arriva quando l’even­tuale fallo (se c’è) s’è già consumato. Da an­nullare la rete di Seedorf: Inzaghi spinge sul­la schiena Lopez che stava servendo di testa Marchetti, il rossoblù si sbilancia, colpisce sporco e frana sul suo portiere.

MAZZOLENI (Catania-Reggina 2-0)
Un rigore sull’azione del 2-0
Partita pulita per Mazzoleni, nessun episo­dio. Curiosità: Potenza segna il 2-0, ma un at­timo prima Puggioni, in uscita disperata, aveva agganciato il piede di Paolucci. Senza il gol sarebbe stato rigore.

BRIGHI (Fiorentina-Chievo 2-1)
Braccio di Yepes: involontario
Finale turbolento, sicuramente mal gestito dall’arbitro Brighi (se negli ultimi tre mesi ha diretto solo due gare in A qualcosa signi­fica…). Ok il gol di Morero, tenuto in gioco da Montolivo sul colpo di testa di Yepes. C’è il secondo cartellino giallo per Italiano. Alla Fiorentina manca un calcio di rigore, Yepes da dietro “atterra’ su Gilardino che gli era andato via in piena area. Tiro di Mutu, gomi­to destro di Yepes: distanza ravvicinata, arto raccolto al corpo, involontario. Ma sulla stes­sa azione, poco prima, c’è un tocco di mano di Scardina in area sulla cui involontarietà ci sono moltissimi dubbi. Arriviamo al gol del 2­1, sgombrando subito il campo: è responsabi­lità dell’arbitro fermare o meno il gioco con un calciatore a terra, spetta a lui decidere se c’è rischio o meno per l’incolumità di chi si è infortunato (ribadito in tutte le riunioni arbi­tri- allenatori-capitani). Mandelli è a terra, Brighi fa proseguire, i giocatori viola, nel pie­no rispetto, vanno avanti. Piuttosto, il giallo­blù accusa (un po’ troppo) un contatto con Mutu, proprio sotto gli occhi di Brighi: su questo i dubbi restano, il romeno guarda l’av­versario prima di saltare.

GERVASONI (Lecce-Lazio 0-2)
Pandev, quel gol era buono
Tradito dal guardalinee Chiocchi, Gervasoni annulla un gol di Pandev che era buono: al momento dell’assist di Brocchi, infatti, il gio­catore macedone è dietro la linea del pallone (Brocchi ha la gamba completamente stesa in avanti) è quindi in posizione regolare.

ORSATO (Napoli-Genoa 0-1)
Thiago Motta-Gargano: rigore
C’è un’ombra importante sulla partita di Or­sato: nel concitato finale, infatti, non vede una tirata di braccio in area di Thiago Motta ai danni di Gargano: ci stava il calcio di rigo­re. Non sembra da penalty, ad inizio partita, un intervento spalla-anca di Criscito su Mag­gio. Fermato Milito per un off side che non c’è, sbaglia il guardalinee Di Liberatore.

GIANNOCCARO (Samp-Atalanta 1-0)
Non visti due falli da rigore
Sfuggono a Giannoccaro due interventi da ri­gore (uno per parte), il secondo più clamoro­so del primo. Lucchini blocca Floccari in area, si disinteressa del pallone e guarda so­lo l’avversario: poteva starci il penalty. Che c’era sicuro quando Manfredini salta e tra­volge Sammarco. Ok il gol di Pazzini, dietro la linea difensiva atalantina quando è servi­to da Cassano.

DE MARCO (Torino-Udinese 1-0)
Obodo-Gasbarroni: dubbio
Incerta la direzione di De Marco, internazio­nale: c’è più di un dubbio sul contatto Obodo­Gasbarroni, i due (prima che parta il cross di Corini) si trattengono a vicenda, poi (col pal­lone in aria) il bianconero si disinteressa del­la traiettoria del pallone e trattiene Gasbar­roni che va giù. Ok il gol del Toro: c’è Isla sul palo a tenere in gioco Dellafiore su assist di testa di Stellone. Involontario (si sta giran­do; distanza ravvicinata) il braccio destro di Natali su tiro di Quagliarella.

Fonte: Corriere dello Sport di Edmondo Pinna
Booking.com