Calcio Italiano Milan, che batosta: l’Inter vince 4-0 il derby

Milan, che batosta: l’Inter vince 4-0 il derby

411

Avvio sprint e poi il black-out della squadra di Leonardo. I nerazzurri sbloccano al 29′ con Motta e chiudono 3-0 il primo tempo con i gol di Milito su rigore e Maicon. Espulso Gattuso (infortunato), nella ripresa poker di Stankovic.

 

29′ Motta, 36′ rig. Milito, 46′ Maicon, 67′ Stankovic

MilitoMilan annichilito nell’atteso derby della Madonnina, valido come secondo anticipo della seconda giornata di campionato. Un’Inter strepitosa travolge i rossoneri con un netto 4-0, conquistando la prima vittoria in campionato e portandosi momentaneamente in testa alla classifica con 4 punti. Nessuna novità nell’undici di Leonardo, che “disattendendo” le richieste di Berlusconi conferma Ronaldinho trequartista alle spalle della coppia Pato-Borriello mentre Mourinho butta dentro sin dal primo minuto il neoacquisto Sneijder a supporto di Eto’o e Milito, con Zanetti preferito a centrocampo a Santon, in panchina come Muntari.

Dopo un acuto di Sneijder (bravo Storari), il Milan mette pressione all’Inter ma dal 29′ la partita cambia. L’Inter passa in vantaggio con Thiago Motta, pescato splendidamente in area da Milito dopo una combinazione al limite con Eto’o e sette minuti dopo arriva anche il raddoppio. Il camerunense scappa via in contropiede, Gattuso lo stende in area e per Rizzoli non ci sono dubbi. Il centrocampista rossonero se la cava con un giallo, dal dischetto Milito non fallisce. Ma Gattuso finisce la sua partita al 39′: fallo a centrocampo su Sneijder e secondo giallo. Furioso il centrocampista rossonero con la propria panchina: aveva chiesto il cambio per un problema fisico ma Seedorf non era ancora pronto. E al 46′ arriva anche il tris nerazzurro, con una triangolazione Maicon-Milito che vede il brasiliano entrare in area e trafiggere Storari con un forte destro.

Nella ripresa Leonardo butta dentro Ambrosini e Seedorf per Flamini e Borriello ma la partita la fa l’Inter, che con Eto’o e Sneijder è sempre pericoloso mentre il solo Pato non basta a creare fastidi alla difesa nerazzurra. Al 19′ esce anche uno spento Ronaldinho per far posto a Huntelaar, le idee però mancano in casa rossonera, l’inferiorità numerica si fa sentire e al 22′ arriva anche il quarto gol nerazzurro, con un destro violento dai 35 metri di Stankovic che non lascia scampo a Storari. La formazione di Mourinho sfiora anche il quinto gol in più di un’occasione dalla distanza ma il 4-0 è più che sufficiente per ricordare chi è la squadra da battere.


Fonte: Sky Sport

Booking.com