Calcio Italiano Milan, Ufficiale: Via Seedorf, ecco Inzaghi. Balotelli?

Milan, Ufficiale: Via Seedorf, ecco Inzaghi. Balotelli?

Milan, Ufficiale: Via Seedorf, ecco Inzaghi. Balotelli?Milan, Ufficiale: Via Seedorf, ecco Inzaghi. Balotelli?. Finalmente è arrivata l’ufficialità: Clarence Seedorf non è più l’allenatore del Milan. Con uno striminzito comunicato, il Milan annuncia l’addio al tecnico olandese.

Milan, Ufficiale: Via Seedorf, ecco Inzaghi. Balotelli?. “AC Milan comunica di avere esonerato l’allenatore Clarence Seedorf e di avere affidato la Prima Squadra, fino al 30 Giugno 2016, a Filippo Inzaghi”, si legge sul sito del club rossonero.  Non ci sono stati accordi con il tecnico olandese per una risoluzione consensuale ed il Milan ha tagliato corto ed ha deciso per l’esonero. Clarence Seedorf ha ancora altri due anni di contratto ed il presidente Silvio Berlusconi se lo terrà a libro paga a suon di milioni: 208 mila euro al mese.  L’ufficialità per l’incarico a Pippo Inzaghi non poteva essere confermata se prima non fosse cacciato legalmente il tecnico olandese, ma il neo allenatore già si stava occupando del nuovo organico e di calciomercato rossonero con Adriano Galliani, dal giorno che il presidente Silvio Berlusconi gli ha dato l’investitura verbale nel corso della visita alla nuova sede del Milan: “Inzaghi l’ho visto molto determinato, direi affamato di vittorie, e assolutamente coerente con quello che speriamo sia il Milan, una squadra che scende in campo per vincere, convincendo e divertendo” .  Questa la dichiarazione del neo allenatore: “Sono felicissimo, oggi per me è un giorno indimenticabile. Ringrazio il Presidente Berlusconi e tutta la Società per la fiducia e la prestigiosa opportunità professionale che mi sono state concesse. Sono onorato e orgoglioso di essere l’allenatore di una squadra che è stata la mia vita per tantissimi anni, una squadra e una Società con la quale ho condiviso gioie ed emozioni indelebili. Darò tutto me stesso per questi colori, con dedizione, passione e determinazione, come ho sempre fatto sia da calciatore sia da allenatore delle Squadre Giovanili. Un abbraccio ai tifosi rossoneri. Forza Milan!”

Milan, Ufficiale: Via Seedorf, ecco Inzaghi. Balotelli?. Dell’esonero di Clarence Seedorf non si sa nulla di ufficiale ed il “segreto” rimane tra Berlusconi e Galliani e nella visita a Casa Milan il presidente non ha voluto dire mezza parola. Il tecnico olandese si è seduto sulla panchina del Milan il 19 gennaio del 2014. Non sono bastati i 35 punti ottenuti in 19 partite: 11 vittorie, 2 pareggi e 6 sconfitte per scaricarlo immediatamente. Ha fatto indubbiamente meglio del suo predecessore Max Allegri con soli 22 punti: 5 vittorie e 7 pareggi. Ha preso in mano il Milan in condizioni disperate, allo sbaraglio, con la squadra che navigava all’11° posto in classifica senza testa e coda e con un’anarchia che regnava nello spogliatoio rossonero. Seedorf si è smanicato ed ha incominciato a lavorare come un allenatore veterano: ha dato una identità alla squadra, con un modulo offensivo a lui tanto caro, il 4-2-3-1. Si è dimostrato subito all’altezza della situazione e con la sua personalità e carattere forte non voleva prendere “ordini” da nessuno. E’ proprio questo il vero motivo per cui è stato cacciato. Seedorf era stato chiamato per sollevare le sorti del Milan e con il suo carattere l’ha dimostrato e Galliani ed il presidente Berlusconi in primis non hanno accettato questo atteggiamento e non sono stati in grado di ingoiare il rospo del Professore. Milan, Ufficiale: Via Seedorf, ecco Inzaghi. Balotelli?.  Il Milan ha bisogno di un allenatore da un carattere tenero e fragile, uno che dirà sempre signorsì, Seedorf non è di quella stoffa ed il suo credo di signornò lo porterà lontano con tante soddisfazioni.  Ora l’ufficialità di Pippo Inzaghi  pone molti interrogativi ed in molti si chiederanno se è solo un scelta dettata dalla crisi economica, visto che l’allenatore della Primavera guadagna una cifra come 700mila euro, contro i 3 milioni di Seedorf? Solo Galliani e Berlusconi sanno la verità, fatto sta che Pippo se vuole fare carriera deve prendere esempio dell’olandese ed imparare anche a dire signornò.
Milan, Ufficiale: Via Seedorf, ecco Inzaghi. Balotelli?. Da oggi si parlerà di Mario Balotelli. A Berlusconi già gli è stato chiesto “Resta al Milan? Credo di sì francamente, sperando che impari a fare il centravanti”. Sono dichiarazioni che conoscendo il presidente, la fine di Mario Balotelli dopo il Mondiale in Brasile è già segnata. Gallianii d’intesa con Inzaghi, stanno valutando altre soluzioni. Mario Balotelli è molto seguito in Bundesliga e in Premier League e Berlusconi non si è espresso su Mandzukic, il centravanti del Bayern Monaco, ma ha spiegato che “ci sono diverse possibilità che stiamo vedendo sul mercato. Speriamo che l’anno prossimo possa iniziare un nuovo ciclo, approfittando anche del fatto che dovremo giocare solo in campionato”.

Booking.com