Calcio Italiano Serie A Momento d’oro per Gagliardini: dalla serie A alla Nazionale

Momento d’oro per Gagliardini: dalla serie A alla Nazionale

Roberto GagliardiniIl nome del sostituto di Claudio Marchisio nella lista dei convocati di Gian Piero Ventura per la sfida contro il Liechtenstein del 12 novembre ha sorpreso un po’ tutti. Chi non segue il calcio si sarà addirittura ritrovato a digitare “Roberto Gagliardini” su qualche motore di ricerca.

Ma chi è il giovane centrocampista che sta facendo faville con la sorprendente Atalanta di Gian Piero Gasperini?

Nome: Roberto Gagliardini
Data di nascita: 7 aprile 1994
Luogo: Bergamo
Debutto in Serie A: 15 maggio 10216, Genoa-Atalanta

Background
Nato e cresciuto a Bergamo, Gagliardini è approdato al vivaio dell’Atalanta ad appena sette anni facendo tutte le trafila nelle giovanili del club orobico, anche come attaccante. Dopo alcune esperienze in prestito in Serie B con le maglie di Cesena, Spezia e Vicenza, l’Atalanta lo ha riportato a casa a gennaio del 2016. Per il debutto in Serie A il centrocampista ha però dovuto aspettare l’ultima giornata di campionato. A luglio il rinnovo del contratto fino al 2021.

Curiosità
Classico centrocampista di qualità e quantità, Gagliardini era già stato chiamato in nazionale da Cesare Prandelli – uno che l’Atalanta la conosce bene – per uno stage di allenamento nel 2014. Grande appassionato di NBA e Lebron James, Gagliardini ha debuttato con l’Under 21 il 12 agosto del 2015.

Il momento decisivo
Questa stagione Gasperini decide di lanciarlo dal primo minuto in casa contro il Napoli e lui risponde alla grande limitando Marek Hamsik e contribuendo in maniera decisiva alla vittoria per 1-0 sui Partenopei. Da allora è un punto di forza della giovane Atalanta che sta mettendo sotto chiunque in questa fase del campionato.

Dicono di lui

Gasperini, allenatore Atalanta
“Ho puntato su gente come Gagliardini e Caldara perché se lo meritano, il motivo della rivoluzione è questo. In particolare, in Gagliardini credo molto.

Ventura, Ct Italia
“Gagliardini è l’esempio perfetto di come la Nazioanle si guadagna sul campo”.

Mino Favini, storico talent scout Atalanta, due anni fa
È una classica mezzala, più bravo quando deve impostare o inserirsi senza palla, mentre deve migliorare nella fase di rottura. Tecnicamente ha ottime qualità, ma deve riempire il passo, cioè la fre-quenza, perché all’apparenza può sembrare un centrocampista un po’ lento e invece non è cosi.

Lui dice
“Ho scelto di giocare le mie carte qui. Nella squadra in cui sono cresciuto e che tifo da sempre. Con Gasperini ho avuto più chance e ho dimostrato, come i miei compagni più giovani, che posso starci in questo gruppo”.

http://it.uefa.com/

Booking.com