Calcio Italiano Moratti avverte Mou: sarà un mercato al risparmio

Moratti avverte Mou: sarà un mercato al risparmio

421

L’eliminazione dalla Champions per mano dello United ha convinto il patron nerazzurro

 

MorattiNon è un momento particolarmente facile per l’Inter. Nonostante i nerazzurri siano primi in campionato, con quattro punti di vantaggio sulla Juventus in attesa del posticipo di oggi dei campioni d’Italia con la Fiorentina, i musi lunghi ad Appiano Gentile vanno ormai per la maggiore. E la notizia peggiore per i tifosi dell’Inter è che tra questi c’è anche quello di Moratti.

RISPARMIO Dopo il tracollo di Manchester in Champions, si è parlato molto di una possibile rifondazione nerazzurra, con tanti nuovi arrivi e altrettanti nuovi ingaggi onerosissimi per Massimo Moratti, che nel frattempo preferisce distrarsi a Miami, con la presentazione del suo film documentario sugli Inter campus. L’Inter è fuori dall’Europa ancora una volta troppo presto e a questo punto il patron, davvero amareggiato per l’eliminazione contro i Red Devils di Ferguson, potrebbe per la prima volta nei suoi quindici anni di gestione chiudere i rubinetti. Il mancato incasso derivante dai proventi Uefa potrebbe essere solo uno dei motivi di questa scelta: la finale dell’Olimpico quest’anno vale circa 110 milioni di euro, una cifra che avrebbe in gran parte ripianato il passivo nerazzurro previsto per fine anno, ovvero circa 180 milioni di euro, di cui almeno 80 saranno coperti da Massimo Moratti. Che però è stufo di spendere senza avere soddisfazioni europee.

LE SCELTE DI MOU Dal 1995 ad oggi il presidente dell’Inter non si è mai tirato indietro ed ha sempre investito per rendere più forte la squadra meneghina. Negli ultimi 10 anni Moratti ha speso di tasca sua circa 400 milioni di euro: il giocattolo è diventando troppo costoso e neanche l’arrivo di Josè Mourinho ha cambiato le carte in tavola. La prossima estate prima si penserà alle cessioni e poi agli acquisti, che saranno pochi ma mirati. Il primo mercato di Mou all’Inter è stato fallimentare e oggi il portoghese è di fatto primo in serie A con la squadra di Mancini: sul mercato ci andranno i vari Mancini, Quaresma, Burdisso, Suazo, Obinna, Figo, Vieira, Jimenez, Rivas, Cruz e Crespo, con la speranza di racimolare complessivamente almeno 60 milioni di euro. “Ci sono le mie idee per spiegare cosa occorre fare per iniziare la prossima stagione, questo è un discorso tra me, il presidente Moratti, Marco Branca e Gabriele Oriali“, ha tuonato Mourinho, che ha detto che la sua Inter ha bisogno “di qualcosa in più, come ne hanno bisogno tutte le squadre”. Moratti ha però messo le cose in chiaro già adesso: un altro mercato faraonico non è ammissibile e, quindi, verrano presi solo quei 2-3 giocatori che servono davvero per un ulteriore salto di qualità. E poi si deve vincere anche in Europa, e non ci saranno più scuse che tengano…


Fonte: Calciomercato.it

Booking.com