Calcio Italiano Mourinho-Ancelotti: scoppia la bufera

Mourinho-Ancelotti: scoppia la bufera

398

L’allenatore nerazzurro in conferenza stampa replica ad un’intervista di quello rossonero («Dice cose inutili»): «Un allenatore può perdere tutto meno che la sua dignità professionale». Poi arriva la controreplica di Carletto: «Basta, non parli di noi»

 

AncelottiScoppia la bufera fra Inter e Milan, con tanto di botta e risposta fra i due allenatori. Ha iniziato Ancelotti, che in un’intervista, riferendosi a Mourinho ha affermato «Dice cose inutili». Pronta è arrivata la replica del tecnico portoghese e immediatamente dopo la controreplica di quello rossonero.

L’INTERVISTA –  Ricostruiamo la polemica in ordine cronologico. Parte Ancelotti, che confessa come gli piaccia il Mourinho allenatore e molto meno il comunicatore. «Mourinho? Si parla sempre del comunicatore – ha detto  in una intervista a l’Avvenire – che è una componente che mi affascina poco della sua personalità, perchè spesso dice anche cose inutili. Mentre io trovo molto interessante la sua metodologia di lavoro. Se mi invitasse, andrei volentieri a seguire una sua seduta ad Appiano. Al di là di come è andata a Manchester stiamo parlando di un grandissimo allenatore».

L’ATTACCO –
Prontissima e puntuale è arrivata la risposta del tecnico dell’Inter conferenza stampa ad Appiano Gentile: «Un allenatore può perdere tutto meno che la sua dignità professionale».All’inizio non si capisce bene a chi si riferisca, poi l’ufficio stampa dell’Inter lo fa comprendere. Il «senza dignità» di Mourinho in conferenza stampa è rivolto a Carlo Ancelotti. «Per una persona intelligente – spiega ancora Mourinho –  mezza parola è sufficiente. Io ve ne ho date nove…».

LA RISPOSTA – A chiudere il botta e risposta ci pensa Ancelotti. Il tecnico portoghese dice che l’Inter raggiungerà il Milan a 17 scudetti quest’anno? «Ha detto la verità», risponde Ancelotti. Che poi ribadisce un concetto già espresso: a volte Mou dice cose inutili…: «Ho già detto che di Inter e di Mourinho non parlerò più. E consiglio a lui di non parlare più del Milan. Non ne vale la pena, non serve».


Fonte: Corriere dello Sport



Booking.com