Calcio Italiano NAPOLI A FONDO: VIA REJA, C’E’ DONADONI

NAPOLI A FONDO: VIA REJA, C’E’ DONADONI

375

Il tecnico goriziano in bilico dopo la terza sconfitta consecutiva

 

DonadoniEra l’11 gennaio 2009. Il Napoli batteva al San Paolo il Catania con un gol di Maggio e continuava la sua rincorsa ad un posto in Champions. A quasi due mesi di distanza per gli azzurri lo scenario è drammaticamente mutato: in nove giornate la squadra di Edy Reja ha conquistato 2 punti, frutto di due pareggi e sette sconfitte. Naturale, dunque, che il tecnico goriziano rischi seriamente il posto.

CRISI SENZA FINE Il tracollo degli azzurri è stato verticale: quello che era il fortino del San Paolo è ormai terra di conquista per tutti, ultima una Lazio smagliante che ha vinto ieri 2-0 con la doppietta di Rocchi. A rendere ancora più amara la situazione a Castel Volturno ci sono gli infortunati: prima Gargano, che starà fuori due mesi a causa di una frattura al quinto metatarso del piede sinisitro, ieri Maggio, vittima di una probabile rottura del legamento crociato. Non c’è quindi da essere ottimisti a Napoli, anche perchè Hamsik e Lavezzi, le due stelle che hanno trascinato gli azzurri nei primi mesi del campionato, sono in fase calante, e nel resto della squadra non c’è la qualità per sostituirli. Il pubblico è ormai stufo e contesta aspramente la squadra: Edy Reja, dopo 5 anni sulla panchina degli azzurri, rischia a questo punto seriamente di essere cacciato, anche se dopo la gara contro la Lazio ha mostrato la proverbiale calma. “La mia permanenza sulla panchina del Napoli? Mi sento tranquillo, come sempre. Poi dovete chiedere alla società. Le voci si sentono da tempo, se ne parla da dicembre, ma io non mi sento in discussione“, ha detto il tecnico friulano.

IPOTESI DONADONI Aurelio De Laurentiis si è svegliato quasi all’alba ieri per assistere alla partita Napoli-Lazio da Los Angeles. Al termine della gara, dopo la terza sconfitta consecutiva, ha parlato con Pierpaolo Marino per telefono ma solo stasera, quando arriverà a Fiumicino, terrà un summit con il direttore generale per fare il punto della situazione. La società sembra voglia andare avanti con Reja almeno fino alla trasferta di Reggio Calabria di domenica prossima: se poi non ci fossero segnali di ripresa neanche al Granillo da parte della squadra, il cambio potrebbe essere inevitabile. Lo spogliatoio sembra spaccato, con continui litigi tra i calciatori, e, forse, anche lo stesso Reja ha un po’ perso il controllo della sua squadra: l’ex ct della Nazionale, Roberto Donadoni, è stato già allertato per entrare in corsa sulla panchina degli azzurri. In ogni caso, al di là di quello che sarà il piazzamento del Napoli a fine campionato, il futuro di Reja non sarà al San Paolo e Roberto Donadoni, a questo punto, ha superato anche Delio Rossi come possibile sostituto del goriziano.


Fonte: Calciomercato.it

Booking.com