Calcio Estero Napoli, Higuain si presenta, debutto e gol: Ko al Benfica

Napoli, Higuain si presenta, debutto e gol: Ko al Benfica

462

Gonzalo HiguainLa prima volta di Higuain. Con un gol da rapace d’area di rigore Gonzalo Higuain regala al Napoli una vittoria di prestigio: matato il Benfica, squadra qualificata alla fase a gironi di Champions League Proprio come il Galatasaray: il fattore San Paolo colpisce ancora. Rafa Benitez ha diversi motivi per sorridere: il Napoli ha convinto, per intensità e qualità di gioco, con alcuni singoli in evidenza, su tutti Lorenzo Insigne – l’oro di Napoli – e Mertens, uscito nettamente vincitore nella “sfida” con l’altro nuovo trequartista, lo spaesato Callejon. Il gol di Gonzalo Higuain – il primo con la maglia azzurra – non è l’unica buona notizia per il Napoli: il leader Marek Hamsik, l’unico dei tre tenori rimasto a Fuorigrotta, ha rinnovato fino al 2018. Intanto il PSG di Lavezzi e Cavani stentava a Montpellier.

INSIGNE ORO DI NAPOLI – Prima di Higuain, è Lorenzo Insigne a illuminare la notte di Napoli: Il ragazzo di Frattamaggiore si mette subito in luce disegnando un cross millimetrico per l’incornata vincente di Valon Behrami, motorino inesauribile del centrocampo giustamente premiato con un momento di gloria. Nel primo tempo di Lorenzo Insigne l’assist per l’1-0 non è l’unico acuto: da segnalare una punizione a giro e un violento destro dalla distanza, entrambi allungati in corner dall’ex romanista Artur, e un sontuoso assist per Callejon, sciagurato nel vanificare tutto con un sinistro totalmente sballato. Nel finale di parziale la doccia fredda: Gaitan indirizza il calcio di punizione dalla trequarti sulla testa di Luisao, che di testa firma il pareggio delle Aquile.

LA PRIMA VOLTA DEL PIPITA – Nell’intervallo Rafa Benitez stravolge l’undici iniziale con gli innesti di Paolo Cannavaro, Maggio, Armero, Dzemaili, il portiere Rafael e Mertens. È proprio l’esterno offensivo belga a risultare dalle prime battute il più vivace: a stretto giro di posta l’ex PSV sfiora il gol del nuovo vantaggio partenopeo con un colpo di testa ravvicinato su cross di Armero e grazie a un interno destro a giro intercettato da Artur. In campo c’è solo il Napoli: il gol del Pipita è la logica conseguenza di tale supremazia. È ancora Armero, con un tiro-cross volante, a propiziare l’occasione da rete: Higuain, ben appostato sul secondo palo, stoppa il pallone e insacca alle spalle di Artur con un piattone destro sottomisura. Dopo il 3-1 sfiorato da Calaiò (colpo di testa respinto sul palo interno da Artur) il Benfica ha un sussulto soltanto nel finale, quando fa il suo ingresso in campo il gioiello serbo Djuricic: il numero dieci delle aquile si presenta con un dribbling secco seguito da un pallonetto da fuori area, anestetizzato dalla presa alta di Rafael. Non pago, Djuricic coglie un palo clamoroso con una bordata da posizione favorevole. Il risultato, tuttavia, non cambierà e il Napoli si congederà dal suo pubblico nel modo migliore; in attesa dell’esordio in campionato tra le mura amiche (Domenica 25 agosto) gli azzurri affronteranno in amichevole Cesena e Carpi (partita non ancora confermata quest’ultima).

Booking.com