Calcio Italiano Napoli, Quagliarella show: gol e magie

Napoli, Quagliarella show: gol e magie

390

«Dedicati ai tifosi azzurri». Donadoni: «Si deve crescere»

 

QuagliarellaPrima vittoria del Napoli in campionato, nel nome di Fabio Quagliarella, autore di una doppietta, e con qualche sofferenza eccessiva. L’attaccante ex Udinese ha incantato il San Paolo con una prestazione maiuscola condita da due reti dal sapore tutto speciale: «Per me si realizza il sogno di una vita», ha detto Quagliarella al termine del match vinto per 3-1 contro il Livorno. «Provo una gioia immensa, è una cosa difficile da spiegare».

«DUE GOL DEDICATI AI TIFOSI» – Resta l’amarezza per quel tiro capolavoro da centrocampo ‘alla Maradona’ che non è entrato per una questione di centimetri: «Sono numeri che provo spesso e quando ho capito che il pallone non era finito in porta ci sono rimasto malissimo. Mi sono girato verso gli spalti e avevo visto la gente in festa, sarebbe stato il massimo. Comunque dedico queste due reti a tutto il pubblico del San Paolo che è stato eccezionale con me».

«TENGO ALLA NAZIONALE» – Il Napoli stavolta è riuscito a vincere, al contrario della sfida con il Palermo: «In Sicilia non meritavamo di perdere ma il calcio è così. Anche oggi abbiamo dominato ma il Livorno alla fine stava per pareggiare. Ora però restiamo concentrati perchè siamo solo all’inizio. La Nazionale? Ci tengo anche se non dovessi giocare da titolare».

DONADONI: «TROPPI ERRORI» – Nonostante il successo, Donadoni non trova il tempo per sorridere: «Stavamo andando molto bene ma poi abbiamo preso il 2-1 per una nostra ingenuità che ci ha messo in difficoltà. Per fortuna stasera abbiamo avuto quel pizzico di fortuna che non avevamo avuto a Palermo e poi abbiamo chiuso sul 3-1. Il Napoli di Palermo, però, mi era piaciuto di più sotto il profilo del gioco. Quagliarella? E’ importante per questa squadra ma non è il solo. Anche Lavezzi ha fatto una partita di grande generosità. Dobbiamo essere meno ingenui, dobbiamo dimostrare più carattere e personalità».


Fonte: Corriere dello Sport

Booking.com