Mondiali Russia 2018 Nazionale Italiana, Disfatta Mondiale: Vergogna, vergogna, vergogna. Tutti a casa

Nazionale Italiana, Disfatta Mondiale: Vergogna, vergogna, vergogna. Tutti a casa

gigi-buffonArchiviata dolorosamente la pagina più triste della storia del nostro calcio nazionale, i club di casa nostra si riaffacciano ad un campionato certamente più vuoto di quanto sarebbe stato con il traguardo di un Mondiale dietro l’angolo. Una vergogna indelebile per il nostro movimento e che rischia di portarsi dietro conseguenze importanti a livello psicologico per chi ne ha fatto parte, a prescindere da meriti o demeriti di sorta. Impossibile non fare riferimento ad un capitano come Buffon che ha visto disintegrare sulle scelte di Ventura il sogno del sesto Mondiale disputato in carriera, oltre a vedersi cancellato l’ultimo esaltante mese e mezzo di una carriera che avrebbe meritato un esito più degno. Per non parlare di estremi opposti come quello di un Ciro Immobile che sulle ali dell’entusiasmo dell’aquila biancoceleste poteva sognare di scrivere anche il suo nome a quello dei grandi bomber azzurri baciati da Eupalla nella stagione più importante della loro carriera. O Belotti, la cui discriminante per un’estate è stata proprio quella di avere a disposizione sufficiente spazio nel suo club per non perdere un posto da protagonista in Russia con la Nazionale, fino a Candreva che dopo i sollievi nerazzurri riprecipita nel baratro di San Siro a margine del fallimento Nazionale e certamente per colpe non sue. Per non parlare di Insigne, forse il talento che maggiormente al nostro calcio viene invidiato in giro per il mondo e che non ha avuto modo nemmeno di giocarsi la chance del palcoscenico più importante. Privato della sua possibilità. Una notte impossibile da lasciare alle spalle, e che i club di casa nostra si augurano possa trasformare la psiche dei delusi in propellente positivo per il prosieguo di una stagione che è solo nella fase iniziale delle sue fatiche. Riportiamo i titoli dei maggiori quotidiani nazionali e stranieri.

italia

italia

Fabrizio Biasin: Qui muore il calcio italiano, condannato dall’improvvisazione, le cattive abitudini, il malcostume di chi pensa che ce la farà per qualche bislacco diritto divino.

Qui muore il calcio italiano. E ci fa male, malissimo, ma guardiamoci in faccia: è dannatamente giusto così.

Qui muore il calcio italiano, figlio dei “pissi-pissi” di Palazzo, degli inciuci, delle furberie, del “io do qualcosa a te e tu dai qualcosa a me”, del presidente che sembra il Gatto e il ct che voleva essere la Volpe.

Qui muore il calcio italiano e dispiace per chi ce l’ha messa tutta, per i campioni che 11 anni fa alzavano la coppa più bella e oggi, invece, assaggiano il sapore fetente delle lacrime.

Qui muore il calcio italiano e pretendiamo solo una cosa: capoccioni, per pietà, risparmiateci la fatica di chiedere le vostre teste, se avete un briciolo di dignità levatevi dalle balle in autonomia.

Qui muore il calcio italiano e scusatemi se per una volta non trovo appigli per provare a strapparvi un sorriso, ma questo è un funerale e ai funerali si sta zitti. Zitti.

bbcBuio a San Siro. Nell’impianto milanese la Nazionale di Giampiero Ventura è riuscita nell’impresa di non qualificarsi per il Mondiale di Russia. Una esclusione storica, che non accadeva dal 1958 per la kermesse organizzata proprio dalla Svezia. Protagonista assoluto in negativo il ct azzurro che per La Gazzetta dello Sport vale un sono 3 in pagella. “Si consegna alla storia come uno dei peggiori ct di sempre – si legge sulla rosea –, se non il peggiore. Presuntuoso nella comunicazione, improvvisatore nell’allestire formazioni. Né gioco né qualificazione: il nulla. Amen”.

La Gazzetta dello Sport di questa mattina apre in prima pagina titolando semplicemente: “Fine”. L’Italia è fuori dal Mondiale dopo 60 anni. Soltanto uno scialbo 0-0 contro la Svezia elimina gli azzurri. Dubbi sulle dimissioni di Ventura: “Devo parlarne con Tavecchio”. Intanto Buffon in lacrime: “Brutta conclusione”.

“Che sVentura!” è il titolo che Il Mattino sceglie quest’oggi in prima pagina per raccontare la catastrofe azzurra di ieri a San Siro. “L’Italia eliminata dalla Svezia – si legge ancora -: dopo 60 anni fuori dal Mondiale. Le lacrime di Buffon. Il ci: ‘Dimissioni? Valuteremo'”. Sul tema il quotidiano partenopeo propone anche due analisi. La prima dal titolo “Lasciar fuori Insigne una vergogna” mentre il secondo “Il disastro dell’era Tavecchio”.

“Tutti a casa!” è il titolo di Tuttosport dopo la clamorosa eliminazione dell’Italia nello spareggio mondiale contro la Svezia. “Italia fuori dai Mondiali – si legge -. Era successo solo 60 anni fa. Zero gol segnati nei playoff con la Svezia alla quale è bastata un’autorete nel match di andata. La vergogna non coinvolge solo Ventura che non sarà più ct, ma l’intero movimento. Buffon in lacrime e annuncia l’addio alla Nazionale”.

venturaIl tabloid inglese Sun in edicola questa mattina apre in prima pagina prendendosi gioco della Nazionale italiana dopo l’eliminazione dai play off per il Mondiale in Russia: “Spaghetti oops”. La Svezia manda all’inferno l’Italia sportiva ed estromette dalla Coppa del Mondo una delle Nazionali più importanti della storia.

“Niente miracolo a Milano. Azzurri fuori dai Mondiali” è il titolo che La Gazzetta del Mezzogiorno propone per raccontare il momento più buio del calcio italiano sull’immagine del saluto a fine partita fra Gianluigi Buffon e Giampiero Ventura. “L’Italia non segna contro la Svezia. Tifosi sotto choc”.

L’Equipe, principale quotidiano sportivo francese, titola in prima pagina: “Italia, un fiasco storico”. Anche all’estero c’è grande fermento intorno alla mancata qualificazione della Nazionale italiana al prossimo appuntamento in Russia.

“Fuori dal Mondo” è questo il titolo con il quale Il Giornale titola quest’oggi dopo la mancata qualificazione dell’Italia al Mondiale 2018. “A San Siro – si legge – l’Italia non va oltre lo 0-0 con la Svezia. Niente Mondiali di Russia: batosta da 10 miliardi”.

sveziaLa Repubblica di oggi sceglie la foto che raffigura Gigi Buffon in lacrime dopo l’eliminazione dell’Italia dalla prossima Coppa del Mondo titolando: “Disfatta azzurra, Mondiali senza Italia”. Lo stesso portiere e capitano italiano a fine partita dichiara: “Abbiamo fallito”.

Anche Il Fatto Quotidiano propone un’apertura sulla Nazionale di Giampiero Ventura. “Bancarotta dell’Italia” è il titolo proposto in prima pagina dal quotidiano che poi scrive: “Novanta minuti inutili e l’addio ai Mondiali”.

Libero non usa mezzi termini per valutare l’eliminazione dell’Italia dai play off per il Mondiale: “Morte a San Siro”. La Nazionale non andrà in Russia e salterà la Coppa del Mondo dopo 60 anni. Ventura verrà cacciato ma non è tutta colpa sua.

Il Quotidiano Sportivo di oggi apre in prima pagina titolando: “Sventurati”. Addio ai Mondiali per la Nazionale azzurra dopo lo 0-0 di San Siro contro la Svezia. Una disfatta storica alla fine di una serie interminabile di errori. Ora si cambia tutto, a cominciare dal ct. Ancelotti potrebbe essere il prossimo selezionatore azzurro.

Il Quotidiano Nazionale di questa mattina apre in prima pagina titolando: “Disfatta azzurra”. Inutile l’ultimo assalto dell’Italia al fortino svedese. La sfida di San Siro finisce 0-0. Eliminati Ventura e la squadra, non succedeva dal 1958. Adesso si aprirà il processo al calcio italiano per cercare di ripartire da zero.

Anche La Stampa parla della Nazionale Italiana fuori dal Mondiale sulla sua prima pagina. “Apocalisse azzurra. Mondiali addio” è il titolo scelto dal quotidiano che poi scrive: “Una caduta (quasi) mai vista. Torniamo indietro di 60 anni”.

Non va per il sottile Il Tempo per raccontare in prima pagina la clamorosa debacle della Nazionale di Giampiero Ventura che ha estromesso l’Italia dal Mondiale di Russia. “Andate a lavorare” è il titolo scelto dal quotidiano capitolino che poi scrive: “Dopo 60 anni Italia a casa. Vergogna. La partita della vita contro la modesta Svezia è un’agonia. Squadra molle e senza idee, 90 inutili minuti in attacco. Tutti colpevoli: Ventura, Tavecchio, giocatori. E’ l’anno zero”.

Fonte: tuttomercatoweb.com

delusione-azzurra

immobile

ora-a-casa

scarsa-italia

apocalisse-azzurra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Booking.com