Calcio Italiano Né Inter, né Juve: Nedved lascia il calcio italiano

Né Inter, né Juve: Nedved lascia il calcio italiano

324

Il ceco ha respinto le offerte: potrebbe continuare ma solo negli Stati Uniti.

 

NedvedNé Inter, né Juventus: salomonicamente Pavel Nedved ha deciso il suo futuro rifiutando le due possibilità di continuare la sua carriera, da giocatore nella formazione nerazzurra (con contratto annuale da due milioni a stagione e possibilità di prolungamento fino al 2011) e da assistente tecnico nello staff bianconero come propostogli sabato dal presidente Giovanni Cobolli Gigli.
Se del primo rifiuto s’era già avuto sentore nel pomeriggio di ieri, il secondo è arrivato a stretto giro di posta in tarda serata attraverso la “Gazzetta dello sport”. “Ho deciso di smettere, almeno in Italia. Ringrazio le persone che hanno espresso interesse e fiducia in me e che sarebbero pronte a farmi scendere in campo per un altro anno ma non me la sento di vestire una maglia diversa da quella per cui ho lottato tanti anni – ha dichiarato Nedved al media sportivo – Per il momento devo declinare anche l’invito della Juventus a ricoprire un ruolo dirigenziale o tecnico. Non sussistono i presupposti per fare parte dell’attuale gruppo di lavoro”.
Il che, tradotto, signidfica che Pavel non se la sente di ricominciare a lavorare come niente fosse con i vari Cobolli, Blanc e Secco poche settimane dopo l’amaro addio con tanto per la mancata offerta di prolungamento di contratto da parte dei vertici bianconeri.
Niente calcio giocato, dunque, almeno in Italia: non è infatti da escludere che se il ceco continuerà a scendere in campo, potrebbe farlo all’estero, negli Emirati Arabi o negli Stati Unti. L’ex-Pallone d’oro è attratto soprattutto dall’idea di provare il campionato statunitense ma bisogna verificare il peso che avrà sulla sua decisione anche la volontà della famiglia, che da tempo vorrebbe averlo più “presente” nelle mura domestiche che non sui terreni di gioco di tutto il mondo.
Fonte: Sport Alice
Booking.com