Calcio Italiano Per la Juve Reja rivoluziona il Napoli

Per la Juve Reja rivoluziona il Napoli

616

Si ferma Gargano (oggi visite a Roma): dentro Pazienza, Dàtolo a sinistra con Hamsik trequartista

 

GarganoPio­ve sul bagnato in casa-Napoli. Si fer­ma Gargano, proprio lui, il giocatore abituato a non fermarsi mai: 2095 mi­nuti giocati in campionato per non ci­tare quelli accumulati tra Intertoto, Uefa, Coppa Italia ed impegni con la nazionale uruguaiana. Gargano si fer­ma per una so­spetta distra­zione al piede sinistro: un col­po ricevuto du­rante la gara con il Genoa e minimizzato dal calciatore con­vinto che fosse un malessere passeggero.

LA VISITA – Oggi, però, il motorino del centrocampo azzurro si recherà in visita dal prof. Mariani a Roma dove già si trova Zalayeta per recuperare da un’infiammazione ten­dinea. Improbabile un suo recupero per sabato sera. Ma Reja non si perde d’animo: «Dovrà pur passare questo momentaccio», si è detto tra sè, ieri. Dentro subito Pazienza al fianco di Blasi a comporre una sorta di minidi­ga davanti alla difesa. Ma spazio an­che a Dàtolo sull’out sinistro mentre Hamsik scivolava sulla trequarti a ri­dosso delle punte.

LA VARIAZIONE – Reja prova così a cambiare di quel tanto nella speranza di poter invertire il trend negativo che dura da un bel po’, due punti nel­le ultime sette gare, ben sette sconfit­te consecutive fuori casa. Il tecnico friulano piazza due mediani davanti alla difesa, due esterni di centrocam­po attenti sul piano tattico (da valuta­re l’impiego di Dàtolo a sinistra dal­l’inizio), ed Hamisk tra le linee, libe­ro di dialogare con Lavezzi e possibil­mente di non lasciare troppo solo De­nis al centro dell’attac­co.

Fonte: Corriere dello Sport di Rino Cesarano
Booking.com