Calcio Italiano Serie A Poli e il derby con l’Inter: «Partita importantissima»

Poli e il derby con l’Inter: «Partita importantissima»

276

Andrea Poli MilanOspite negli studi di Milan TV, Andrea Poli ha raccontato ai microfoni del canale tematico rossonero tutta l’attesa che sta vivendo la squadra per il Derby di domenica sera. Questo e altro nelle sue dichiarazioni.

ATMOSFERA DA DERBY
“La squadra sta lavorando bene in questi giorni. La partita è importantissima per noi e per i nostri tifosi. Giocare sfide come questa è sempre un piacere”.

SULLA PARTITA
“Sono gare che si preparano da sole, sarà una lunga attesa. Per noi sarà un altro banco di prova dopo la Juve. Troveremo di fronte una squadra in difficoltà, con voglia di riscatto, ma noi siamo pronti e ci stiamo preparando al meglio per fare una grande partita”.

DERBY A CONFRONTO
“Il Derby di Milano è maggiormente seguito dai media rispetto a quello di Genova. Samp-Genoa è la partita più importante dell’anno, l’ambiente è molto caldo e agonisticamente molto vivo”.

ITALIANI
“Il Milan è sempre stato formato da uno zoccolo duro fatto di italiani, e noi stiamo provando a crearlo. Siamo in tanti, giovani e per di più milanisti: questa cosa è sicuramente molto positiva”.

GRUPPO
“Dopo tanti anni vedo un gruppo affiatato e con grande voglia di fare bene. Siamo giovani, qualche calo può capitare, e dovremo essere bravi a migliorare proprio su questo aspetto”.

100 PRESENZE IN ROSSONERO
“È stato un momento molto emozionante. Raggiungere le 100 presenze in tre anni è motivo di grande orgoglio, soprattutto se lo fai con la squadra per cui fai il tifo fin da bambino”.

PARTITA PIÙ EMOZIONANTE
“Ce ne sono state tante: dall’esordio in Champions League contro il PSV, alla prima rete con la maglia rossonera”.

IL CALCIO PER ANDREA
“Il calcio è la mia passione, ci giocherei tutto il giorno. Il fatto di essere arrivato in una squadra di questo blasone per me è veramente il massimo, poi la determinazione e l’abnegazione ci devono sempre essere per un professionista. Questo, secondo me, ti porta ad avere una mentalità vincente”.

IDOLI
“Iniesta, Gerrard e Lampard sono stati i miei mostri sacri. Un altro era Pirlo, con cui ho avuto la fortuna di giocare in Nazionale”.

www.acmilan.com

Booking.com